Image

facebook

Quel mostro chiamato Internet

Internet fa paura ai politici italiani. Qualcuno addirittura ritiene Facebook «più pericoloso dei gruppi extraparlamentari degli anni settanta». L’accusa è semplice, la Rete – e in particolare i social network – permettono il proliferare di messaggi che sarebbero, secondo le analisi degli accusatori, delle vere e proprie istigazioni alla violenza, al razzismo e alla delinquenza in genere. La causa scatenante di questa voglia di censura è l’aggressione al premier Berlusconi, le reazioni e i commenti che sono seguiti in Internet. Read More

E su Facebook simuliamo dittature

Stufo di perdere ore su Facebook spazzolando animali e piantando barbabietole? Cestina Pet Society e FarmVille e passa a un passatempo assai più divertente e meno educativo: Dictator Wars, il nuovo social-rpg creato da Game Layers. Alla faccia del politically correct, qui devi incarcerare blogger dissidenti, arrestare senza motivo centinaia di passanti e invadere con i carri armati la capitale.
La strada per passare da bullo di provincia a Grande Fratello (non quello di Aran Endemol, quello di Orwell) della tua personalissima distopia è lunga e tormentata. Per prima cosa devi scegliere se instaurare una teocrazia, una dittatura militare (il nostro caso) o un regime “democratico”. Poi cominci completare missioni come “Promuovi membri della tua famiglia a posizioni importanti”. In questo modo guadagnerai soldi, fama e esperienza. Read More