Image

Società

Esplode la crisi rifiuti in Campania: vedi Napoli e poi muori

By  •  Indice, Società

Rifiuti per le strade di NapoliSilvio Sircana, portavoce del governo italiano, parlando dell’emergenza rifiuti in Campania, dopo un incontro fra il presidente del Consiglio Romano Prodi e alcuni ministri, ha oggi affermato che i ministri sono pronti ad «affrontare in maniera radicale entro 24 ore la situazione per risolvere il problema». Intanto, il 9 gennaio il governo riferirà alla Camera riguardo questa crisi dei rifiuti.
Il portavoce non replica alle accuse che erano state avanzate in precedenza dal sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, che aveva detto, in un intervista rilasciata a SkyTg24, di «essere rispettosa istituzionalmente», Read More

Questa volta la campana suona per noi

By  •  Indice, Società

Riprendiamo l’attività di Medeaonline per il 2008 proponendovi un interessante articolo di Giuseppe Genna pubblicato su Carmilla. Interessante perché con estrema lucidità e rigore fa il punto sulla situazione allarmante dell’Italia puntando l’attenzione sull’ultima e più eclatante pietra dello scandalo: le recenti, spudorate pressioni, da parte della Chiesa, per abrogare “dall’alto” la legge della repubblica italiana (la 194) sull’aborto.

Dunque, nell’avanguardia della decadenza italiana, nella culla della sua dissoluzione, cioè nella Milano che guida il mostro lombardo, ci si prepara a “nuovi limiti all’aborto terapeutico, vietato dopo la 21esima settimana (o, tutt’al più, dalla 22esima e 3 giorni). Non solo: l’interruzione di gravidanza per motivi di salute della donna vincolata al via libera di un’équipe di specialisti (tra cui, eventualmente, anche uno psichiatra). E il divieto dell’aborto selettivo in una gravidanza gemellare in assenza di reali problemi fisici o psichici della paziente” (così il Corsera di oggi 5 gennaio). Read More

Morti sul lavoro: la mattanza prosegue indisturbata

By  •  Indice, Società

Tragedia alle acciaierie ThyssenKruppA seguito della grave tragedia accaduta alle acciaierie ThyssenKrupp di Torino – nella quale quattro operai hanno perso la vita e tre sono rimasti gravemente feriti -, riportiamo un’interessante riflessione pubblicata sul blog di Beppe Grillo.
Ieri alla Scala è stato osservato un minuto di silenzio per i morti bruciati vivi dell’acciaieria di Torino. Poi si è dato il via a Wagner. Il presidente Napolitano era reduce dalla celebrazione dei cento anni della Mondadori. La casa editrice dello scrittore D’Alema assegnata allo psiconano grazie alla corruzione di giudici da parte di Previti.
Le massime autorità erano presenti con modelle coscialunga e tette a balconcino.Pertini sarebbe corso all’ospedale di Torino nel reparto grandi ustionati. Avrebbe trascorso la notte con le famiglie. Ma 1500 morti all’anno valgono bene una prima alla Scala.
Read More

«Repubblica» smaschera la "connection Rai-Mediaset"; i lavoratori Rai insorgono e pretendono provvedimenti immediati

By  •  Indice, Società

Tutto è cominciato con un’inchiesta del quotidiano «Repubblica» che ha pubblicato intercettazioni di telefonate fra dirigenti Rai e Mediaset. A quanto risulta dall’inchiesta esistevano accordi occulti tra la televisione di stato e Mediaset che avevano come obiettivo avvantaggiare Mediaset a scapito della Rai. L’accusa più grave è che ci fosse – e che forse ancora c’è – un vero e proprio controllo da parte dell’azienda Mediaset sulla Rai. Mediaset risponde minacciando querele, ma il contenuto delle intercettazioni lascia veramente poco spazio al dubbio.
Tutti i lavoratori del servizio pubblico radiotelevisivo – giornalisti, tecnici e dirigenti – si sono riuniti oggi in un assemblea indetta dall’Usigrai (il sindacato dei giornalisti Rai). È stato redatto un pesante documento di denuncia, letto pubblicamente in tutti gli spazi di informazione Rai. I punti salienti di quel documento sono: sospensione immediata per i responsabili della connection Rai-Mediaset, un’azione legale collettiva nei loro confronti, l’intervento delle Autorità della concorrenza e per la comunicazione, una legge sulla Rai che metta definitivamente fuori i partiti dall’azienda. Read More

Volley femminile: Italia campione del mondo

By  •  Indice, Società

Un mese e mezzo dopo la conquista del titolo europeo, la pallavolo femminile italiana guadagna un altro prezioso titolo. La squadra azzurra conquista la Coppa del Mondo, dopo undici vittorie di fila, di cui dieci con il secco punteggio di 3-0: ventuno successi consecutivi dal settembre ad oggi, una serie positiva che mai nessuna nazionale italiana di qualsiasi disciplina aveva mai realizzato. È stata l’ultima partita con la gli Stati Uniti a regalare alle ragazze azzurre questa enorme soddisfazione. Read More

Autori in sciopero, Hollywood trema

By  •  Indice, Arte, Società

Ben Stiller durante un presidio dellla WgaProsegue ininterrotto da dieci giorni lo sciopero indetto dalla Wga (Writers Guild of America), il sindacato statunitense che tutela i diritti della stragrande maggioranza degli autori e degli sceneggiatori più quotati di Hollywood.
Annunciato da tempo, questo sciopero coinvolge circa 12.000 sceneggiatori americani, tutti impegnati nella produzione delle più importanti serie televisive statunitensi oltre che nell’industria cinematografica. L’obiettivo – già in parte raggiunto – è quella di bloccare le produzioni di tv e cinema nella prima protesta di questo tipo da quasi 20 anni. Read More

La Fiat 500 auto dell'anno 2007

By  •  Indice, Arte, Società

La nuova Fiat 500A fine ottobre, dopo quattro mesi dalla presentazione del modello, le prenotazioni avevano già raggiunto le 100 mila unità (25 mila unità al mese!). Dunque il successo commerciale era già una realtà: ora è arrivato il riconoscimento ufficiale. Per la dodicesima volta il gruppo torinese vanta un’auto dell’anno nella sua scuderia. Dopo il 2004 con Panda, è ora il turno della Nuova 500 : un segno evidente del primato Fiat nelle vetture cittadine di piccola taglia. Read More

Un ultimo pensiero a Enzo Biagi

By  •  Indice, Arte, Società

In questi giorni si sono sentite numerosi voci levarsi per ricordare Enzo Biagi. Un grande giornalista italiano. Uno dei più grandi. Non di certo il solo (come dimenticare i grandi nomi…), ma di certo il più amato. Dal grande pubblico, soprattutto. Per il suo immenso lavoro di divulgazione, per i suoi memorabili servizi, per le sue intramontabili trasmissioni. Un grande giornalista, bolognese per nascita, milanese per adozione, una delle figure che hanno segnato indelebilmente l’immagine dell’Italia del dopoguerra. Soprattutto uno dei visi più noti della Rai, di quella MammaRai cui tutti (con un po’ di nostalgia) siamo affezionati, e di cui lui ha rappresentato certamente il “papà” ideale.È giusto ricordarlo per la sua tenacia, per la sua forza morale e professionale: il diritto alla cronaca, all’opinione, sempre e dovunque, in maniera gentile, dolce, ma decisa e chiara, senza alcuna paura. Una logica chiara, semplice, pulita. Una prosa scorrevole, leggibile da qualsiasi persona, eppure profonda, colta, acuta. Potremmo ricordarlo in mille modi, ma a noi, oggi, piace ripensarlo così, con gli occhi di un bambino.

Read More

Birmania, l'orrore raccontato da chi l'ha visto coi propri occhi

By  •  Indice, Società

Riportiamo l’impressionante testimonianza diretta di uno dei monaci birmani sopravvissuti all’assalto del monastero di Myitkyina: «Intorno alle cinque del pomeriggio del 25 settembre, le autorità hanno tagliato le linee telefoniche. Poco dopo le nove di sera hanno sfondato l’ingresso principale del monastero coi carri armati, come se avessero circondato e stessero assalendo un obiettivo nemico. Alcuni soldati si sono appostati fuori dall’edificio, altri hanno fatto irruzione all’interno. Non c’erano solo i soldati. Ad aiutarli c’erano i poliziotti e i membri di Swan Arrshin e dell’Usda (formazioni paramilitari filo-governative). Hanno iniziato a picchiare i monaci. Appena ne incrociavano uno lo pestavano. Ci hanno ordinato di metterci contro il muro, picchiando chi non obbediva. Read More

Enzo Biagi: semplicemente un uomo per bene

By  •  Indice, Società

Questa mattina abbiamo salutato Enzo Biagi. L’abbiamo salutato con profonda tristezza e rispetto. L’abbiamo salutato come già avevamo fatto con Indro Montanelli, con Tiziano Terzani e infine con Oriana Fallaci. …
Read More