Un 2020 davvero ricco di occasioni imperdibili per gli appassionati di Arte, vediamo alcuni degli appuntamenti da segnarsi in agenda

Di seguito l’elenco provvisorio delle Mostre e delle inziative d’arte previste per il 2020:

  • Ad aprire la stagione è, a Milano, alla Galleria Bottegantica, Novecento Privato. Da De Chirico a Vedova (fino 29 febbraio).
  • Ancora in Lombardia, ma alla Villa Reale di Monza, Giappone. Terra di geisha e samurai (30 gennaio al 2 giugno).
  • Torna, dal 6 al 16 febbraio, a ModenaFiere Modenantiquaria 2020. XXXIII Mostra di Antiquariato.
  • A Ferrara, al Castello Estense, Gaetano Previati e il rinnovamento artistico tra Ferrara e Milano (8 febbraio – 7 giugno), nel centenario della sua morte.
  • È invece nel centenario della nascita che Bassano del Grappa dedicherà una grande retrospettiva a Piranesi (Palazzo Sturm, 4 aprile – 27 luglio).
  • Ancora un centenario, anche se anticipato, offre l’occasione per un doppio appuntamento a Rovigo (in Palazzo Roncale, dal 22 febbraio a giugno). È quello di Dante, con il progetto La Quercia di Dante e la mostra Visioni dell’Inferno. Dorè, Rauschenberg e Brand.
  • Ma tornando all’ordine di data, ecco a Padova, al Diocesano (15 febbraio – 2 giugno), A nostra immagine. Scultura in terracotta nel Rinascimento. Da Donatello a Riccio.
  • Nella stessa giornata apre al San Domenico di Forlì, l’attesa Ulisse. L’arte e il mito (15 febbraio – 21 giugno).
  • Con il titolo La memoria e la passione, Camera a Torino espone i capolavori della collezione Bertero (20 febbraio – 10 maggio).
  • Dal 14 marzo al 21 giugno, a Cremona, alla Pinacoteca Ala Ponzone, Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie.
  • Torna, dal 7 al 17 marzo, l’appuntamento con TEFAF a Maastricht, in Olanda.
  • Dal 14 marzo al 12 luglio, alla Fondazione Magnani Rocca a Mamiano di Traversetolo, omaggio a L’ultimo romantico. Luigi Magnani il signore della Villa dei Capolavori.
  • Anche la mia Russia mi amerà è l’auspicio di Chagall e la Russia, a Rovigo, in Palazzo Roverella (4 aprile – 5 luglio).
  • Altro appuntamento a Camera, Torino, dal 21 maggio al 13 settembre, con Circo Ventura.
  • È più di una mostra L’inganno dell’Uomo Vitruviano. L’algoritmo della divina proporzione, a Cagliari, all’Ex Regio Museo archeologico, da maggio a settembre.
  • Al Castello del Buonconsiglio, a Trento, l’estate sarà dedicata a Fede Galizia. Amazzone della pittura, dal 4 luglio al 25 ottobre.
  • Sasha Vinci, con le sue foto è protagonista al MANN di Napoli, dal 18 giugno al 18 luglio.
  • Passata l’estate, alla ripresa di stagione, a Rovigo monografica dedicata a Robert Doisneau, da settembre a gennaio, in Palazzo Roverella.
  • Mario Sironi. Opere nelle collezioni permanenti è la proposta della Galleria Civica di Bassano del Grappa, in Galleria Civica, (10 ottobre 2020 – 22 febbraio 2021).
  • Da tempo annunciata, dal 10 ottobre sino al 21 aprile, ecco Van Gogh. I colori della vita, a Padova, al Centro Altinate San Gaetano.
  • Focus, a Verona, su Giovan Francesco Caroto (1480 ca-1555 ca), al Museo di Castelvecchio, dal 20 novembre 2020 al 7 marzo 2021.
  • Ultimo, ma non certo per importanza, l’appuntamento con Dietro le quinte del Rinascimento a Vicenza, in Basilica Palladiana, dal 4 dicembre 2020 all’11 aprile 2021.