Image

Indice

Gli incubi di Odilon Redon al museo d’Orsay

By  •  Indice, Arte

odilon-redon-to-edgar-poe-the-eye-balloon-1878.jpgChe Odilon Redon sia stato un artista eccentrico non vi è alcun dubbio. I suoi dipinti appartengono quasi ad una categoria atemporale, al di fuori del XIX secolo. Una sorta di espressionismo onirico onnipresente, una condizione di spirito ricorrente in molti autori appartenenti ad epoche anche molto differenti tra loro.
Fu pittore, certo, ma soprattutto incisore. Ed è g
razie alla corposa donazione del 1984, effettuata dal figlio, se il Museo d’Orsay è in possesso della più grande raccolta di disegni dell’artista. Opere esposte per la prima volta al prestigioso museo parigino fino al 6 Gennaio: soprattutto studi, eseguiti nella seconda metà dell’ottocento, immagini che segnano una tappa fondamentale nella stagione del simbolismo europeo. Read More

A un'anno dall'ingresso nella Ue, via libera alle espulsioni dei rumeni

By  •  Indice, Società

«L’ho trovato molto stupito della presenza della polizia. Era fermo sulla soglia della sua baracca che ci aveva indicato la sua connazionale. Aveva il volto coperto di schizzi di sangue e graffi. Non sembrava ubriaco e non ha opposto resistenza». Così uno dei poliziotti incaricati di arrestare Nicolae Romolus Mailat descrivono l’uomo, accusato di aver seviziato e massacrato a Roma Giovanna Reggiani.
Dall’inizio del 2007 la Romania è entrata nell’Unione Europea e gli immigrati provenienti da quel Paese hanno cessato di essere extracomunitari. Spesso sono stati coinvolti in fatti di cronaca, alcuni dei quali molto gravi e finiti tra le polemiche sulle prime pagine dei giornali. Quello di Giovanna Reggiani è solo l’ultimo di una lunga serie di eventi delittuosi. Read More

Proseguono le indagini sull'omicidio di Meredith Kercher

By  •  Indice, Società

Meredith KercherSono i due telefoni cellulari della vittima il fulcro dell’indagine della polizia relativa all’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese di 22 anni trovata morta a Perugia. Gli investigatori stanno valutando l’ipotesi che i due cellulari – con una scheda italiana e una inglese – siano stati gettati nell’orto da chi ha ucciso la giovane.
Si cercando anche di ricostruire come e con chi Meredith abbia passato la serata: dalle indagini è emerso che giovedì sera la ragazza aveva partecipato a una cena in un’abitazione di amici. Verso le 21 si è però allontanata da sola e a piedi. Da allora non si sono più avute sue notizie fino al ritrovamento del cadavere. La polizia sta esaminando i filmati delle telecamere di sorveglianza esterne di un parcheggio coperto attiguo all’abitazione della studentessa. Read More

L'ultimo saluto a don Benzi

By  •  Indice, Società

Don Oreste BenziGiovedì 1 novembre, a Rimini è morto – all’età di 82 anni – in seguito a un attacco cardiaco don Oreste Benzi, fondatore e presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII.
Il prelato, nonostante i soccorsi tempestivi, è deceduto nella sua abitazione. La notizia è stata comunicata dalla segreteria dell’associazione fondata nel 1972 e presente in 25 Paesi, il cui scopo era il volontariato e il contatto diretto con la realtà dei poveri. Priorità dell’associazione, e di don Benzi in prima persona, erano la lotta contro lo sfruttamento e la prostituzione. Read More

Rino Gaetano, escluso il cane

By  •  Indice, Arte

Il 29 ottobre del 1950 nasceva a Crotone una delle personalità più originali e interessanti della storia della musica italiana: Rino Gaetano. Provocatore, geniale, amato dalla gente l’unica vera destinataria …
Read More

Come nascono i fumetti made in Italy: intervista ad Antonio Serra

By  •  Indice, Arte

Antonio Serra, classe 1963, è oggi uno dei più noti autori di fumetti italiani e lavora per l’editore Bonelli. Nato ad Alghero, abita a Milano da vent’anni e fa parte della cosiddetta banda dei sardi che nel 1991 ha dato vita a Nathan Never, il primo fumetto fantascientifico di Bonelli, tuttora pubblicato. Tra i suoi personaggi anche Legs Weaver, che per 10 anni ha avuto una propria testata, diventando una delle principali protagoniste femminili del fumetto seriale italiano. Entrare a casa di Antonio Serra è come entrare in una dimensione ibrida tra una fumetteria, un negozio di elettronica, una libreria e il Forbidden Planet, il negozio di Londra in cui puoi trovare i gadget più incredibili della fantascienza. Serra è una persona affabile e cortese. Read More

Italiani nello spazio: la prima passeggiata di Paolo Nespoli

By  •  Indice, Società

Il braccio meccanico mentre trasporta il Modulo Harmony dal Discovery all'ISSSi è svolta oggi la prima passeggiata spaziale – durata 6 ore e 14 minuti – degli astronauti Scott Parazynski e Doug Wheelock, rispettivamente della missione Sts-120 e della Spedizione 16. Durante questa escursione, è stato installato temporaneamente sulla Stazione Spaziale Internazionale il modulo Harmony che servirà a ospitare successivamente due laboratori.
Durante l’operazione i due astronauti hanno rimosso il modulo Harmony dal Discovery Shuttle. Read More

Caso De Magistris: gli atti dell'inchiesta "Why not" trasferiti a Roma

By  •  Indice, Società

De MagistrisGli atti dell’inchiesta “Why not”, promossa dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, sono stati trasmessi alla procura capitolina per il successivo inoltro al Tribunale dei Ministri. La decisione è stata presa dal Procuratore generale facente funzioni catanzarese, Dolcino Favi. La Procura di Roma, dopo aver iscritto sul registro degli indagati i soggetti interessati, trasmetterà gli atti al collegio per i reati ministeriali.
L’inchiesta vede coinvolti, tra gli altri, anche il Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi, ed il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella. Proprio il coinvolgimento dei due membri dell’Esecutivo ha spinto gli inquirenti calabresi a richiedere l’intervento della Procura di Roma, affinché possa valutare se i reati ipotizzati nei confronti dei due siano stati commessi dopo l’assunzione di incarichi di Governo. Read More

Il computer dei poveri diventa realtà

By  •  Indice, Arte, Società

Un'immagine dell'ultima versione dell'XO-1«Un computer per ogni bambino». In queste parole Nicholas Negroponte sintetizza la filosofia che sta dietro il progetto dell’XO-1. Dietro questo codice si nasconde forse la più grande rivoluzione informatica dai tempi di Internet: un computer portatile di qualità, prodotto e venduto a prezzi bassissimi (la cifra dovrebbe aggirarsi attorno ai 100 $) capace di alimentarsi semplicemente col movimento di una manovella.
Molti sorrideranno paragonando una macchina del genere ai più moderni Pc o ai sofisticati Macintosh, ma naturalmente l’XO-1 non nasce per fare gola a noi ricchi occidentali. L’XO-1 è stato studiato e testato per funzionare anche nelle condizioni più estreme (persino nel deserto) e anche in mancanza di elettricità (ecco spiegata la famosa manovella): è in definitiva il primo computer progettato per il terzo mondo. Read More

L'Italia dei "bamboccioni": una riflessione

By  •  Indice, Società

Su questo argomento d’inchiostro se ne è versato già parecchio. Ma è stata una notizia flash, di quelle di una settimana, di quelle legate ad una battuta di un momento e poi dimenticate. Perché nel Bel Paese non sembra proprio il caso di analizzare i problemi, è più opportuno chiosare esternazioni occasionali.
Arriviamo dunque al soggetto di questo intervento: che l’Italia è popolata da Bamboccioni. Lo scriviamo così, con la lettera maiuscola: quasi fosse un cognome di cui fregiarsi.
Ebbene, dato che Medeaonline è pensata, scritta e redatta prevalentemente da bamboccioni, tanto vale parlarne, dire la nostra e, tanto che ci siamo, chiudere a nostro modo la faccenda. Read More