Image

Arte

«Berlusconi? Inadatto a governare». Dopo la bordata dell'Economist, pesante stroncatura anche dal Financial Times

By  •  Indice, Arte, Società

Dopo le polemiche con gli spagnoli per le battute sull’elevato numero di donne nel governo di Zapatero e gli attacchi all’Unità, Silvio Berlusconi – già criticato nel 2006 da The Economist, che lo aveva definito inadatto per governare – ha attirato l’interesse anche del Financial Times, un altro autorevole giornale economico internazionale. L’editoriale, firmato dal columnist Philip Stephens, si apre con una vignetta, in cui l’uomo di Arcore sorride, apparendo da un televisore posato su di un mucchio di rifiuti, mentre sull’orizzonte cade un aereo Alitalia. È il preludio di un attacco durissimo al vincitore delle elezioni del 13-14 aprile. Il problema, per FT è la natura della coalizione vincitrice e soprattutto che il suo leader, Silvio Berlusconi, il «miliardario magnate dei media, che si è dipinto addosso l’immagine di clown politico, e frequentemente imputato in vari processi, possa rimanere al potere fino al 2013». Read More

Quando muore un poeta…

By  •  Indice, Arte, Società

Aimé Césaire ci ha lasciato. Tra i maggiori poeti e drammaturghi del ventesimo secolo, é stato uno degli esponenti più importanti della poesia e della letteratura francofona. Césaire è nato nel 1913 in Martinica.

Dopo aver compiuto studi secondari a Parigi, presso il Líceo Louis-le-Grand, e studi universitari a Parigi all’École normale supérieure, fa conoscenza con il senegalese Léopold Sédar Senghor e il guaianese Léon Gontran Damas. Insieme, iniziano un viaggio alla ricerca dei tesori artistici e della storia dell’Africa nera, sino a crearne una sintesi attraverso il concetto della « négritude » (negritudine), la nozione, cioè, che comprende i valori spirituali, artistici, filosofici dei Neri dell’Africa. Nozione che diventerà, a partire dal secondo dopoguerra, l’ideologia delle lotte dei Neri per l’indipendenza. Nel corso della sua lunghissima attività intellettuale, Césaire ha chiarito che il concetto di negritudine deve superare il dato biologico, e si riferisce a una delle forme storiche della condizione umana. Read More

Clooney: "Veltroni parla ai giovani e parla di speranza"

By  •  Indice, Arte, Società

In occasione della presentazione italiana del suo ultimo film, “In amore niente regole”, George Clooney ha colto l’occasione per regalare al Pd un significativo endorsement. L’attore, ormai di casa in …
Read More

Ecco la "donna nuova": Simone de Beauvoir

By  •  Indice, Arte, Società

Simone de BeauvoirIl 9 gennaio del 1908 nasceva a Parigi Simone Lucie-Ernestine-Marie-Bertrand de Beauvoir o più semplicemente Simone de Beauvoir. Proveniente da una famiglia altoborghese, conoscerà presto le difficoltà economiche a causa della bancarotta del nonno paterno. Lei e sua sorella Hélène dovettero sopportare diversi anni di disagi e ristrettezze: «Usavamo i vestiti fino alla corda, e anche oltre». All’Istituto Désir, la giovane Simone diventò un’allieva esemplare, e decise – fatto allora eccezionale per una donna – di continuare a studiare e di dedicarsi all’insegnamento. In questo periodo cominciò anche il suo progressivo allontanamento dalla religione. Studiò alla Sorbona, dove nel 1929 ottenne l’agrégation (idoneità) in filosofia e dove incontrò colui che, senza matrimonio né convivenza, sarebbe diventato il compagno della sua vita, il filosofo esistenzialista Jean-Paul Sartre. Read More

Autori in sciopero, Hollywood trema

By  •  Indice, Arte, Società

Ben Stiller durante un presidio dellla WgaProsegue ininterrotto da dieci giorni lo sciopero indetto dalla Wga (Writers Guild of America), il sindacato statunitense che tutela i diritti della stragrande maggioranza degli autori e degli sceneggiatori più quotati di Hollywood.
Annunciato da tempo, questo sciopero coinvolge circa 12.000 sceneggiatori americani, tutti impegnati nella produzione delle più importanti serie televisive statunitensi oltre che nell’industria cinematografica. L’obiettivo – già in parte raggiunto – è quella di bloccare le produzioni di tv e cinema nella prima protesta di questo tipo da quasi 20 anni. Read More

La Fiat 500 auto dell'anno 2007

By  •  Indice, Arte, Società

La nuova Fiat 500A fine ottobre, dopo quattro mesi dalla presentazione del modello, le prenotazioni avevano già raggiunto le 100 mila unità (25 mila unità al mese!). Dunque il successo commerciale era già una realtà: ora è arrivato il riconoscimento ufficiale. Per la dodicesima volta il gruppo torinese vanta un’auto dell’anno nella sua scuderia. Dopo il 2004 con Panda, è ora il turno della Nuova 500 : un segno evidente del primato Fiat nelle vetture cittadine di piccola taglia. Read More

«I racconti di Terramare»: prima di tutto l'immagine

By  •  Indice, Arte

Difficile condensare in un unico film, I racconti di Terramare (2006), il contenuto di due interi romanzi, soprattutto se fanno parte di un ciclo di storie complesse ed intricate come nel caso di Earthsea. Questa serie di romanzi e racconti sono opera della scrittrice statunitense Ursula K. Le Guin. Come sono finiti in un film dello Studio Ghibli è presto detto.
Hayao Miyazaki – l’autore culto di film d’animazione giapponesi noto in occidente per pellicole come la Principessa Mononoke (1997), La città incantata (2001) e Il castello errante di Howl (2004) – già nei primi anni ‘80, quando ancora era poco conosciuto all’estero, aveva richiesto alla Le Guin i diritti per realizzare un film dai suoi romanzi. L’autrice però, ignorando completamente il lavoro del maestro giapponese, si era rifiutata di concedergli l’autorizzazione. Read More

Un ultimo pensiero a Enzo Biagi

By  •  Indice, Arte, Società

In questi giorni si sono sentite numerosi voci levarsi per ricordare Enzo Biagi. Un grande giornalista italiano. Uno dei più grandi. Non di certo il solo (come dimenticare i grandi nomi…), ma di certo il più amato. Dal grande pubblico, soprattutto. Per il suo immenso lavoro di divulgazione, per i suoi memorabili servizi, per le sue intramontabili trasmissioni. Un grande giornalista, bolognese per nascita, milanese per adozione, una delle figure che hanno segnato indelebilmente l’immagine dell’Italia del dopoguerra. Soprattutto uno dei visi più noti della Rai, di quella MammaRai cui tutti (con un po’ di nostalgia) siamo affezionati, e di cui lui ha rappresentato certamente il “papà” ideale.È giusto ricordarlo per la sua tenacia, per la sua forza morale e professionale: il diritto alla cronaca, all’opinione, sempre e dovunque, in maniera gentile, dolce, ma decisa e chiara, senza alcuna paura. Una logica chiara, semplice, pulita. Una prosa scorrevole, leggibile da qualsiasi persona, eppure profonda, colta, acuta. Potremmo ricordarlo in mille modi, ma a noi, oggi, piace ripensarlo così, con gli occhi di un bambino.

Read More

Parte il programma di affiliazione «Diffondi Medeaonline!»

By  •  Indice, Arte

Per quanti hanno apprezzato il lavoro che abbiamo svolto con Medeaonline in tutto questo tempo e desiderano aiutarci a diffondere questo sito, abbiamo deciso di lanciare il programma di affiliazione …
Read More

Ciao Enzo

By  •  Indice, Arte, Società

La notizia è delle 8:20 di stamane: il famoso giornalista e scrittore Enzo Biagi è morto all’età di 87 anni a Milano. Noto al grande pubblico anche per i suoi …
Read More