L’Anm “esprime preoccupazione” per l’interruzione dal 2011, a causa della mancanza dei fondi necessari, dei servizi di manutenzione e assistenza ai sistemi informatici degli uffici giudiziari comunicata da una circolare del ministero della Giustizia.

“C’è il concreto rischio – sostiene l’Associazione nazionale magistrati – che la giustizia possa subire un altro colpo ferale a causa degli ulteriori disservizi che potranno crearsi.

Da tempo sosteniamo la necessità di considerare il settore giudiziario un settore strategico per il Paese e, invece, dobbiamo amaramente constatare come avvenga sistematicamente il contrario. Se l’informatizzazione dovesse venire meno, il principale sconfitto sarebbe il cittadino”.

L’Associazione Nazionale Magistrati (in Un altro colpo ferale alla giustizia)

Fonte: www.associazionenazionalemagistrati.it