Il 22 aprile scorso, la Rete dei musei della Lombardia per l’arte contemporanea ha presentato alla stampa il progetto Twister. Si tratta di un modello innovativo di alleanza tra dieci musei della regione nato allo scopo di selezionare – attraverso un concorso internazionale -, acquisire ed esporre opere d’arte progettate e prodotte ad hoc.
I protagonisti. Artefici dell’iniziativa sono dieci musei lombardi di arte contemporanea (i Civici Musei di Milano con il Museo del Novecento, Il Fai con la Villa e la Collezione Panza, la Fondazione Stelline di Milano, la Galleria del Premio Suzzara, la Gam Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, la GAMec Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, il MAM Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Gazoldo degli Ippoliti, il Museo Civico Floriano Bodini di Gemonio, il Museo d’arte contemporanea di Lissone e il Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate) che si sono riuniti per formare una rete operativa di incontro e collaborazione per implementare la valorizzazione del proprio patrimonio, sostenere i giovani artisti e favorire la conoscenza dell’arte contemporanea presso il grande pubblico. L’idea di collegare dieci importanti musei in una rete di effettiva collaborazione ha attirato da subito  l’attenzione dell’Assessorato Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia. I vertici del Pirellone da tempo si muovevano in questa direzione. Infatti, nel 1995, avevano varato una legge regionale (la n.35 del 29 aprile) in grado di offrire alla rete dei musei la possibilità concreta di acquisire opere d’arte contemporanea nelle proprie collezioni permanenti, incrementando così il patrimonio artistico pubblico e dando del territorio regionale un un’immagine di notevole slancio verso la contemporaneità.

Twister: chi l’ha creato, cos’è e come funziona. Col sostegno fattivo di Regione Lombardia, e con il contributo di Fondazione Cariplo, è nato il progetto Twister: un importante concorso internazionale a inviti strutturato con due diverse fasi di selezione. In un primo momento verranno esaminati i curricula e i lavori di repertorio presentati dagli artisti, nella fase successiva si procederanno agli esami dei veri e propri progetti di massima. Agli artisti partecipanti si è richiesto di progettare un’opera studiata ad hoc per ciascuno dei dieci musei o in relazione con essi, non invasiva né monumentale, realizzata per rimanere stabilmente nelle collezioni permanenti. Gli spazi a disposizione per gli interventi artistici non sono le sale espositive, ma lo spazio di ogni museo in senso ampio, all’interno e all’esterno, con una attenzione agli spazi di rispetto attorno al museo stesso e al tessuto urbano e territoriale circostante.

Advisor e giudici. A dimostrazione del forte orientamento verso una effettiva prospettiva internazionale di Twister, la rete dei musei ha cercato e ottenuto la collaborazione, in qualità di advisor, di dieci tra curatori e critici d’arte contemporanea operanti nelle maggiori istituzioni europee: Chiara Bertola (curator Premio Furla, Fondazione Querini Stampali di Venezia, neo direttore artistico Hangar Bicocca); Andrea Bruciati (direttore della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone); Adam Budak (curatore di Manifesta 2008, direttore della Kunsthaus di Graz): Anna Daneri (curator Fondazione Ratti, Como); Mario Gorni (direttore di CAREOF/DOCVA); Alexandre Gurita (direttore Biennale de Paris, Parigi); Micaela Martegani (direttore MORE ART, New York); Enrico Mascelloni (curatore e critico d’arte contemporanea; consulente dello Haggerty Museum di Milwakee, USA  e del Musée des Beaux Arts, Rouen); Novembre Paynter (curatore Biennale Istanbul 2007 e curator alla Tate Modern di Londra); Roberto Pinto (critico e docente presso l’Accademia di Brera e l’Università di Trento). Gli advisor hanno affiancato la Commissione giudicatrice composta dai dieci responsabili degli enti coinvolti. Capofila del progetto è Emma Zanella, direttrice della Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate. La Fondazione Stelline invece riveste il ruolo di di segreteria organizzativa e coordinamento in collaborazione con il Premio Gallarate. Hanno contribuito al lavoro della Commissione giudicatrice anche Serhan Ada (Comitato Direttivo Santralistanbul Contemporary Art Museum e Istanbul Capitale Europea della Cultura 2010); Rachele Ferrario (critica d’arte e docente dell’Accademia di Brera); Alberto Fiz (critico d’arte, curatore e giornalista professionista) e Riccardo Passoni (Vice Direttore Fondazione Torino Musei, Amaci).

Tutti gli artisti selezionati e i vincitori finali. Da una prima selezione di sessanta artisti (tra singoli e gruppi), si è arrivati a una rosa di venti nomi: Mario Airò, Margarita Andreu, Massimo Bartolini, Carlo Bernardini, Michael Beutler, Enrica Borghi, Loris Cecchini, Madame Duplok, Chiara Dynys, Lara Favaretto, Flavio Favelli, Alice Guareschi, Lang/Baumann, Maik e Dirk Lobbert, Marcello Maloberti, Marzia Migliora, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Riccardo Previdi, Emilia Sharfe e PatriK Tuttofuoco. La selezione finale – avvenuta il 6 e 7 aprile scorso – ha indicato i dieci prescelti, la cui opera verrà realizzata e acquisita: Mario Airò, Massimo Bartolini, Carlo Bernardini, Loris Cecchini, Madame Duplok, Chiara Dynys, Lara Favaretto, Maik e Dirk Lobbert, Marzia Migliora, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini. Il concorso prevede inoltre la realizzazione di un intervento artistico in rete, che coinvolge i dieci musei/enti della rete regionale per mostrare ad un tempo l’unicità e la coesione del progetto Twister e le specificità di ogni realtà museale, rendendo visibile la rete dedicata all’arte contemporanea in Lombardia. Per questo intervento sono stati selezionati quattro artisti: Ofri Cnaani, Matteo Rubbi, Luca Trevisani e Enzo Umbaca. Ha vinto il concorso Ofri Cnaani.

Le date da ricordare. Gli undici progetti prescelti saranno esposti e inaugurati in contemporanea nelle sedi di ogni museo coinvolto, e saranno i protagonisti di un unica grande mostra, che verrà inaugurata giovedì 24 settembre prossimo, per proseguire nelle diverse sedi durante il week end di venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 settembre 2009.

Per maggiori informazioni: www.twisterartecontemporanea.com