Image

stati uniti

Stephen King, il Re che ha fatto scuola (almeno a me)
7 mesi ago

Stephen King, il Re che ha fatto scuola (almeno a me)

Quando dalle alte sfere della redazione di Medea mi è arrivato l’incarico di scrivere un pezzo sull’autore che ha segnato di più la mia formazione, mi si sono illuminati gli …
Read More

Come hanno fatto gli Stati Uniti?
1 anno ago

Come hanno fatto gli Stati Uniti?

L’Italia, dopo la cura Merkel-Europa somministrataci da Monti-Letta-Renzi, dopo anni di recessione, ha chiuso il 2015 con un magro aumento del Pil dello 0.8%. La grande Germania, che si vanta …
Read More

La truffa transatlantica
3 anni ago

La truffa transatlantica

Un fantasma si aggira per l’ Oceano Atlantico, è l’aquila americana del libero scambio. Questa immagine è circolata in alcuni Paesi durante la campagna elettorale delle ultime elezioni europee. Non …
Read More

Le interviste di David Foster Wallace, terzo episodio: Is John McCain “for real”?
7 anni ago

Le interviste di David Foster Wallace, terzo episodio: Is John McCain “for real”?

Terza puntata dedicata alle interviste di David Foster Wallace. L’intervista è del Wall Street Journal e risale al 2008 e tratta la copertura che Wallace fece per conto di Rolling Stones della prima campagna politica di John McCain. Era il 2000 e McCain sembrava all’America un uomo di rottura, un altro profeta del cambiamento. Un anticandidato il cui obiettivo era quello “d’inspirare i giovani americani nel dedicare sé stessi ad una causa più grande del loro personale interesse”. La lunga inchiesta, pubblicata con il nome“Up, Simba”, è diventata nel 2008 (in piena campagna presidenziale) un libro intitolato McCain’s Promise: Aboard the Straight Talk Express with John McCain and a Whole Bunch of Reporters, Thinking About Hope (Back Bay, 144 pagine, $9.99).

Vediamo se qualcosa ci è sfuggito e se Wallace ha cambiato idea.

THE WALL STREET JOURNAL – Sunday, June 1, 2008

  • DAVID FOSTER WALLACE

Il romanziere e saggista parla del suo libro sulla campagna di John McCain del 2000

David Foster Wallace fu trovato morto nella sua casa il 12 settembre [2008]. Aveva 46 anni. Nel maggio dello stesso anno, Christopher Farley aveva intervistato l’autore di “Infinite Jest”. Read More

Le interviste di David Foster Wallace: secondo episodio
7 anni ago

Le interviste di David Foster Wallace: secondo episodio

Seconda puntatona delle interviste di David Foster Wallace e tanta ciccia sul fuoco. Si parla di insegnamento accademico, di David Lynch, delle note di Infinite Jest, di sceneggiature, di letteratura e critica letteraria, ancora di David Lynch ed infine dei travagli personali del giovane DFW.

Trattandosi della traduzione di una trascrizione di un’intervista televisiva, qualcosa si è per forza perso per strada, e nel serrato contrapporsi di domande e risposte, un paio di discorsi se ne sono andati sicuramente a gambe all’aria. Per questo vi consiglio di rifarvi al video dell’intervista per sciogliere qualsiasi dubbio, ma anche per godervi lo scontro nemmeno troppo sotterraneo tra questi due personaggi.

Per vedere l’intervista completa (in inglese) cliccare qui.

Per leggerla (in inglese) cliccare qui.

Chi vuole invece gustarsela nell’esclusiva traduzione in italiano, non cambi pagina e resti su medeaonline (le note sono a pié di pagina):

  • 27 Marzo 1997: David Foster Wallace al Charlie Rose Show (PBS). Read More
Le interviste di David Foster Wallace: primo episodio
7 anni ago

Le interviste di David Foster Wallace: primo episodio

Non ci dilungheremo troppo sul fatto che David Foster Wallace sia stato un grande scrittore. Probabilmente se siete arrivati a questa pagina già lo sapete per conto vostro, e del resto non vogliamo certo convincervi del contrario. Forse però quello che non tutti sanno è che il nostro Wallace sudava moltissimo e soprattutto aveva una gran paura di darlo a vedere. Cominciò così a portare una bandana intorno alla fronte nel terrore che durante un reading pubblico le goccioline di sudore cominciassero a precipitare sulle carte che stava leggendo. Lo stesso valeva per le interviste. Read More

Kandahar, e-mail dal fronte afghano

«Computer numero tre, il tuo tempo è scaduto». Il soldato di picchetto scandisce il tempo di chattate e chiamate e assicura il regolare funzionamento della rotazione. Siamo al Media Center della base di Wilson, un tendone da dodici metri per otto allestito con postazioni Internet e telefoni long-distance per consentire ai soldati di chiamare a casa. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi