Image

proust

Inception, tra furti di pensieri e ricerca di emozioni perdute

By  •  Indice, Arte

In un mondo in cui la tecnologia non solo condiziona la vita degli individui, ma rende addirittura possibile scandagliare l’ inconscio umano attraverso invasioni oniriche, Dom Cobb (Leonardo Di Caprio) ruba pensieri dalla mente delle persone: è un ladro specializzato nel furto di informazioni segrete, recuperate penetrando all’ interno dei sogni delle vittime, sfruttando la vulnerabilità data dall’ incoscienza.

Un potente uomo d’ affari giapponese, Saito (Ken Watanabe), affida a Cobb il compito di compiere l’operazione opposta: un innesto (l’inception, appunto), ossia non estrarre un segreto da una mente, ma infiltrare in essa un’ idea: dovrà convincere Robert Fischer Jr (Cillian Murphy), il figlio del rivale in affari di Saito, a frammentare l’ impero che erediterà alla morte dell’ avido padre. Il compenso sarà per il protagonista la possibilità di ottenere un visto per rientrare negli Stati Uniti, dove è ricercato per omicidio, e raggiungere i figli che non vede da tempo. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi