Image

Professor Torta

Il gusto della Vita, ricette speciali per gourmand speciali

By  •  Indice, Arte

Le librerie ultimamente sono piene di libri di ricette per tutti i gusti, noi vogliamo segnalarvene uno molto particolare – Il gusto della vita – che non troverete in libreria ma liberamente scaricabile da Internet. Si tratta di un libro di ricette pensato per pazienti con difficoltà alimentari e alterazioni del gusto dovute alla patologia oncologica e ai trattamenti ad essa correlati. L’idea e i contenuti di questo libro nascono dalla collaborazione tra alcuni gruppi di clinici torinesi afferenti all’Oncologia Medica del Professor Airoldi e alla Psiconcologia del Professor Torta (Ospedale Molinette) e alla Dietologia del Professor Pezzana (Ospedale San Giovanni Bosco). Affiancati nel lavoro da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta e da un gruppo di chef esperti e sensibili ai temi trattati, con l’aiuto e il sostegno di molti pazienti che hanno supportato i “tecnici” con i loro suggerimenti, quesiti, o anche solo con la loro voglia di condividere un momento particolare e spesso ricco di nuovi significati. Tutti insieme hanno messo la loro competenza a disposizione del progetto condividendone il percorso e la organizzazione.

Il libro è stato pubblicato da Liberodiscrivere edizioni grazie al contributo di Sanofi-Aventis. Antonello Cassan editore di Liberodiscrivere, in relazione all’importanza del documento e alla sua destinazione, rende disponibile la pubblicazione gratuitamente dal sito (www.Liberodiscrivere.it). Il libro è dedicato ai pazienti oncologici in fase terapeutica attiva, che quindi affrontano le aspettative legate alle cure, ma ne subiscono gli effetti collaterali i quali, anche se oggi sempre meglio controllabili, ancora rendono difficile il percorso del trattamento chemio e radioterapico e del periodo post-operatorio in chirurgia oncologica. Con la collaborazione degli chef: Daniele Rota (Ristorante “Antiche sere” – Torino); Franco Giacomino (Ristorante “La Betulla” – S. Bernardino di Trana); Giovanni Grasso, Igor Macchia (Ristorante “La Credenza” – Caselle); Marcello Trentini (Ristorante “Magorabin” – Torino); Simone Ferrero (Ristorante “Sotto la mole” – Torino); Ugo Fontanone (Ristorante “Fra Fiusch” – Revigliasco). Il coordinamento degli chef a cura di Bruno Boveri – Presidente Slow Food Piemonte; Leo Rieser – Fiduciario Condotta Slow Food Torino città. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi