Image

Liberodiscrivere edizioni

Il gusto della Vita, ricette speciali per gourmand speciali

By  •  Indice, Arte

Le librerie ultimamente sono piene di libri di ricette per tutti i gusti, noi vogliamo segnalarvene uno molto particolare – Il gusto della vita – che non troverete in libreria ma liberamente scaricabile da Internet. Si tratta di un libro di ricette pensato per pazienti con difficoltà alimentari e alterazioni del gusto dovute alla patologia oncologica e ai trattamenti ad essa correlati. L’idea e i contenuti di questo libro nascono dalla collaborazione tra alcuni gruppi di clinici torinesi afferenti all’Oncologia Medica del Professor Airoldi e alla Psiconcologia del Professor Torta (Ospedale Molinette) e alla Dietologia del Professor Pezzana (Ospedale San Giovanni Bosco). Affiancati nel lavoro da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta e da un gruppo di chef esperti e sensibili ai temi trattati, con l’aiuto e il sostegno di molti pazienti che hanno supportato i “tecnici” con i loro suggerimenti, quesiti, o anche solo con la loro voglia di condividere un momento particolare e spesso ricco di nuovi significati. Tutti insieme hanno messo la loro competenza a disposizione del progetto condividendone il percorso e la organizzazione.

Il libro è stato pubblicato da Liberodiscrivere edizioni grazie al contributo di Sanofi-Aventis. Antonello Cassan editore di Liberodiscrivere, in relazione all’importanza del documento e alla sua destinazione, rende disponibile la pubblicazione gratuitamente dal sito (www.Liberodiscrivere.it). Il libro è dedicato ai pazienti oncologici in fase terapeutica attiva, che quindi affrontano le aspettative legate alle cure, ma ne subiscono gli effetti collaterali i quali, anche se oggi sempre meglio controllabili, ancora rendono difficile il percorso del trattamento chemio e radioterapico e del periodo post-operatorio in chirurgia oncologica. Con la collaborazione degli chef: Daniele Rota (Ristorante “Antiche sere” – Torino); Franco Giacomino (Ristorante “La Betulla” – S. Bernardino di Trana); Giovanni Grasso, Igor Macchia (Ristorante “La Credenza” – Caselle); Marcello Trentini (Ristorante “Magorabin” – Torino); Simone Ferrero (Ristorante “Sotto la mole” – Torino); Ugo Fontanone (Ristorante “Fra Fiusch” – Revigliasco). Il coordinamento degli chef a cura di Bruno Boveri – Presidente Slow Food Piemonte; Leo Rieser – Fiduciario Condotta Slow Food Torino città. Read More