Image

gianfranco fini

Fini posticipa le Idi ad Aprile

Silvio Berlusconi ha convocato  l’ufficio di presidenza del Pdl per «comunicazioni urgenti» dopo la rottura con Gianfranco Fini. Ieri il presidente della Camera Fini ha ipotizzato di fare suoi autonomi gruppi parlamentari (pronto il nome, Pdl-Italia) se non avrà le risposte politiche che da mesi va chiedendo. Prima della notizia sulle convocazioni urgenti era arrivata una prima convocazione della direzione nazionale del partito per giovedì 22 che stamane aveva fatto dettare a Fini un comunicato distensivo: «La convocazione per giovedì 22 della direzione nazionale del Pdl allargata ai gruppi parlamentari è, sul piano del metodo, una prima risposta positiva ai problemi politici che ho posto ieri al presidente Berlusconi». «Mi auguro – aggiunge – che a partire dalla riunione, cui parteciperò, possa articolarsi una risposta positiva anche nel merito delle questioni sul tappeto, a cominciare dal rapporto tra il Pdl e la Lega». Read More

Fini: “Vado avanti, non mi farò intimidire”

Quel “tu” così provocatorio e irriverente. Il “compagno” Fini, bollato come “vergognoso”, perfino “ridicolo”. Al presidente della Camera è stata chiarissima – fin dalla prima lettura del quotidiano della famiglia del premier – la portata dell’avvertimento contenuto nel nuovo fondo al vetriolo firmato da Vittorio Feltri. Un'”intimidazione”, si è sfogato Gianfranco Fini con chi lo ha sentito al telefono. Come dire, nella campagna di caccia d’autunno inaugurata col bombardamento dell’Avvenire e del suo ormai ex direttore Boffo, nessuno può sentirsi al sicuro, non solo giornali e oppositori esterni al Pdl. “È un attacco nella natura di Feltri”, è stata la prima impressione della terza carica dello Stato. “Ma soprattutto una nuova puntata che conferma il clima di imbarbarimento nel quale siamo caduti e che avevo denunciato dal palco della festa Pd di Genova. Come mi sento io? Bisognerebbe chiedere a Berlusconi, come si sente”. C’è stupore, c’è rabbia, per un colpo che raggiunge a freddo il presidente della Camera, ancora nel ritiro toscano. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi