Image

feltri

Fini: “Vado avanti, non mi farò intimidire”

Quel “tu” così provocatorio e irriverente. Il “compagno” Fini, bollato come “vergognoso”, perfino “ridicolo”. Al presidente della Camera è stata chiarissima – fin dalla prima lettura del quotidiano della famiglia del premier – la portata dell’avvertimento contenuto nel nuovo fondo al vetriolo firmato da Vittorio Feltri. Un'”intimidazione”, si è sfogato Gianfranco Fini con chi lo ha sentito al telefono. Come dire, nella campagna di caccia d’autunno inaugurata col bombardamento dell’Avvenire e del suo ormai ex direttore Boffo, nessuno può sentirsi al sicuro, non solo giornali e oppositori esterni al Pdl. “È un attacco nella natura di Feltri”, è stata la prima impressione della terza carica dello Stato. “Ma soprattutto una nuova puntata che conferma il clima di imbarbarimento nel quale siamo caduti e che avevo denunciato dal palco della festa Pd di Genova. Come mi sento io? Bisognerebbe chiedere a Berlusconi, come si sente”. C’è stupore, c’è rabbia, per un colpo che raggiunge a freddo il presidente della Camera, ancora nel ritiro toscano. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi