Image

europarlamento

La famiglia Mastella di nuovo sotto attacco

Fugge via dall’Europarlamento non appena gli comunicano la notizia. Destinazione Roma e poi Ceppaloni. Per abbracciare la moglie, perché “i sentimenti vengono prima di tutto”. Nega Clemente Mastella. Nega di essere invischiato in questa storia di posti regalati e abuso d’ufficio, di favori e di appalti. Perfino di sostegni elettorali dai clan. Ma non esclude che, come per l’inchiesta che lo ha costretto nel gennaio 2008 a dimettersi, anche sua moglie Sandra possa decidere di farsi da parte. Tutto resterà sospeso fino ad oggi. L’ex Guardasigilli, oggi deputato europeo del Pdl, è convinto che si risolverà tutto come due anni fa: “In un nulla di fatto”. E avverte: “Noi non ci arrenderemo”. Viene raggiunto al telefono un paio d’ore dopo che la notizia rimbalza dal capoluogo campano. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi