Image

confindustria

Alle radici di un sogno: quando Eutelia si chiamava Olivetti

Davvero non ci sono parole per descrivere il silenzio imbarazzante del governo italiano e della Confidustria sul caso Omega-Agile-Eutelia. Quello che in televisione viene spesso descritto come un puro movimento sindacale finalizzato al mantenimento di posti di lavoro (finalità comunque non disdicevole), è in realtà l’ennesimo tentativo d’evitare la scomparsa di un comparto industriale dal nostro paese. “La vicenda Agile-Eutelia è molto particolare” dichiara Roberto Morassut del Partito Democratico. “L’Azienda è in crisi non per fattori legati alla ristrutturazione industriale e finanziaria internazionale che sta colpendo buona parte del tessuto industriale del Lazio. Quello che accade qui per l’Eutelia è molto diverso. In un gioco di scatole cinesi e di compravendite tra diversi soggetti, che va avanti da svariati anni, si è condotta al collasso, scaricandone le conseguenze direttamente sui lavoratori, un’impresa con un buon mercato pubblico di commesse nel settore IT e Telecomunicazioni e con una dotazione di ben 13.000 km di fibra ottica.” (fonte: pdlazio.it)

In questo contesto, il 16 novembre al teatro Valle di Roma è stato rappresentato CAMILLO OLIVETTI alle radici di un sogno
di Laura Curino e Gabriele Vacis, con Laura Curino, uno spettacolo teatrale che ripercorre la vicenda umana e professionale di Camillo Olivetti, il capostipite di una famiglia d’industriali italiani che, con innovazione, coraggio, intelligenza e idealismo hanno costruito un’azienda celebre nel mondo intero: un esempio di classe dirigente di cui oggi si ha grande nostalgia, un esempio di imprenditoria la cui parola d’ordine era “responsabilità”. Verso il prodotto, verso i dipendenti, verso il proprio paese, verso se stessi. Read More

Agile-Eutelia: un caso di imprenditoria all’italiana

La storia della telematica e dell’informatica italiana può finire in queste ore se nulla viene fatto.  Purtroppo stiamo assistendo a un nuovo episodio di chiusura di una realtà produttiva. Per approfondimenti: il sito Eulav.net e il Dossier “Agile, un caso di imprenditoria all’italiana“.
Medeaonline da tutta la sua solidarietà ai lavoratori di Agile, diffondendo quanto più possibile il messaggio di speranza di cui si stanno facendo portatori: non bisogna lasciar morire una realtà produttiva valida e funzionante, che assicura lavoro a famiglie italiane e prestigio al nome dell’Italia all’estero.Vi proponiamo il documento presentato dai lavoratori di Agile all’audizione in Comune di Torino:
Read More

La crisi spinge Confindustria verso la Cgil

Prove di dialogo fra Confindustria e Cgil. A Cernobbio, la presidente degli industriali Emma Marcegaglia e il segretario del principale sindacato Guglielmo Epifani si vedono. “Un modo per capire se ci sono dei modi per riunire le nostre strade” sintetizza Emma Marcegaglia. Che spende parole di stima verso il più grande sindacato italiano: “Quello che oggi diciamo entrambi è che in un momento di crisi difficile come questo occorre far prevalere le cose che ci uniscono rispetto a quelle che ci dividono”. Ed è proprio ai sindacati che il leader di Confindustria si rivolgere per chiedere di essere parte integrante “di un ‘progetto paese’ che non sia conflittuale ma che anzi avvenga in un clima di coesione”.
Dal suo canto Epifani invita Confindustria a fare “passi avanti” sul tema della contrattazione se vuole che il sindacato “ne tragga delle conseguenze” perchè “affrontare la crisi uniti conviene a tutti”. “Servono fatti, non parole – dice Epifani dopo l’incontro con la Marcegaglia – Confindustria sa quali sono le nostre critiche e osservazioni, spero che ai tavoli di categoria si possa tenere conto di quella che è l’opinione della Cgil”. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi