Image

chiusura del parlamento

Natale anticipato per il Parlamento

Nell’estate del 1858 a Londra – sprovvista di una rete fognaria adeguata a smaltire tutti i rifiuti della metropoli – si diffuse la “Grande Puzza”. L’odore insopportabile che si alzava dalle acque del Tamigi era così intenso da costringere la Camera dei Comuni a sospendere i lavori. A Roma, nel 2010, si sta verificando una situazione analoga: i miasmi prodotti dai rifiuti accumulati in eccesso però non provengono dal Tevere, ma dalla Campania. In realtà non è solo la spazzatura a produrre puzza, il tanfo, a quanto pare, proviene anche da quel che resta della moralità (in decomposizione)  della nostra classe politica. L’ipocrisia, l’egoismo e l’avidità, come tutti sanno, puzzano e anche molto e nei saloni del Parlamento ormai non si respira più. Da qui la decisione di chiudere i lavori fino al 14  dicembre in attesa di qualche magnanimo refolo di vento che spazzi un po’ di odore portandolo da Montecitorio verso le borgate. Read More