Image

cara cina

L’amore tradotto dal cinese

Riporto di seguito un estratto dal libro Cara Cina (Rizzoli, 1999) di Goffredo Parise perché a mio avviso è molto interessante oltre che molto bello. Parise ci parla dell’amore visto con gli occhi degli orientali, dei cinesi e, anche se non è più storicamente attuale (la prima edizione del libro è del 1966), penso fornisca ancora oggi ottimi spunti di riflessione. Riflettere sui sentimenti umani e non consumarli distrattamente è ancora importante per tentare di comprendere o, come in questo caso, di intuire un modo di vivere i propri sentimenti alternativo a quello che già conosciamo (o subiamo, dipende dai punti di vista). Un’alternativa che, forse, non esiste più nemmeno in Cina dove l’aveva scovata Parise, ma che esisteva e il suo ricordo resta comunque affascinante e, in un certo senso, confortante.

Hong Kong

“L’amore è un sentimento silenzioso: si prova ma non si dice.”
Credo che non ci sia introduzione migliore di questa risposta, datami da una contadina di ventidue anni nel Kiangsu, ad alcune osservazioni sull’amore in Cina. Innanzi tutto questa frase contiene in così poche parole tutta intera la concezione orientale dell’amore; poi spiega come e perché i cinesi evitano sempre le domande dirette; infine è bella e basta. Read More

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando la lettura di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie more information | più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close | Chiudi