Giovedì 17 maggio 2012, alle ore 10.30, a Cosenza, nella sala Giacomantonio della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza, con un convegno e una mostra bibliografica (L’infanzia conosciuta e narrata da Dickens), si celebrerà, in occasione del bicentenario della sua nascita (1812 – 2012), Charles Dickens, importante autore inglese, amato e seguito da moltissime generazioni.

Parteciperanno all’iniziativa, moderata dallo scrivente: Elvira Graziani, direttrice della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Maria Francesca Corigliano, assessore alla cultura provincia di Cosenza;  Luigi Troccoli, provveditore agli studi di Cosenza; Rita Fiordalisi, responsabile Mediateca della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Enrico Marchianò, presidente club Unesco Cosenza; Giusy Ruffolo, assistente sociale; Riccardo del Sordo, esperto letteratura per l’infanzia e il poeta cosentino Ciccio De Rose che leggerà alcuni passi significativi tratti dalle opere di Dickens.

“La manifestazione – come precisa Rita Fiordalisi – vuole porre l’accento sul valore attuale di quella letteratura sociale dell’Ottocento inglese che ha evidenziato il disagio sociale minorile caratteristico dell’epoca vittoriana e che si percepisce ancora attuale nel ventunesimo secolo facendo un parallelo tra i personaggi dei romanzi: David Copperfield, Oliver Twist e la gioventù contemporanea sfruttata e umiliata”.

L’esposizione bibliografica L’infanzia conosciuta e narrata da Dickens, corredata da disegni realizzati dai ragazzi dell’Istituto Divina Provvidenza di Cosenza, rimarrà aperta al pubblico fino al 26 maggio 2012.

  • Le avventure di Oliver Twist

Oliver Twist (titolo originale in inglese: Oliver Twist; or, the Parish Boy’s Progress) fu il secondo romanzo pubblicato da Charles Dickens. Apparve in prima edizione a puntate mensili sulla rivista Bentley’s Miscellany, dal febbraio 1837 all’aprile 1839, con illustrazioni di George Cruikshank.

È una delle opere più celebri e influenti di Dickens. Fu il primo romanzo in lingua inglese ad avere come protagonista un ragazzo[1] e uno dei primi esempi di romanzo sociale. Inedita per l’epoca fu anche la rappresentazione fortemente anti-romantica della vita dei delinquenti e dei poveri.[2] Attraverso un rovesciamento del romanzo di formazione e un dissacrante umorismo nero, il romanzo analizza i mali della società inglese ottocentesca: la povertà, il lavoro minorile, la criminalità urbana, e la intrinseca ipocrisia della cultura vittoriana.

Il sottotitolo The Parish Boy’s Progress è un riferimento al romanzo cristiano di John Bunyan The Pilgrim’s Progress (Il viaggio del pellegrino); poiché il tono di Oliver Twist lo contrappone all’ottimismo del romanzo di Bunyan, è verosimile che Dickens intendesse anche riferirsi alle parodie di William Hogarth, A Rake’s Progress (La carriera del libertino) e A Harlot’s Progress (La carriera della meretrice).

Oliver Twist è stato utilizzato come soggetto per molti adattamenti cinematografici e televisivi. I più celebri adattamenti per il grande schermo sono Le avventure di Oliver Twist di David Lean del 1948, Oliver! di Carol Reed del 1968 (vincitore di ben 5 premi Oscar) e il film omonimo di Roman Polański del 2005. Nel 1988 la Walt Disney Pictures ha realizzato un film di animazione ispirato al romanzo, Oliver & Company.

 

  • Informazioni sull’evento

Mostra bibliografica e convegno
L’infanzia conosciuta e narrata da Dickens
Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza
Cosenza – 17 maggio 2012, ore 10.30

Mostra bibliografica e convegno a cura di: R. Fiordalisi, M. De Buono
Ricerca bibliografica: R.Carbonelli, A. Nucci, M. Verduci
Allestimento mostra: G. Tutera, M. Cipolla
Accoglienza: A. Naccarato
Organizzazione tecnica evento: G. Florio

Fonte sul romanzo Oliver Twiste: wikipedia