A Reykjavik, alla Galleria Nazionale d’Islanda in apertura del Reykjavik Arts Festival è stata inaugurata il 17 maggio scorso, la mostra di Little Constellation – Mappe Soggettive / Sparizioni – arte contemporanea nelle micro-aree geo-politiche e piccoli Stati d’Europa.  Si segnalano oltre settecento visitatori nei primi due giorni d’apertura e un diffuso interesse per l’operazione svolta. La mostra presenta 35 libri d’artista unici, creati per l’occasione da 37 artisti, e rappresenta un’interessante coproduzione tra gli artisti, i curatori e le Istituzioni di San Marino e Islanda con la collaborazione degli artisti, dei curatori e delle istituzioni per l’arte e la cultura di 15 piccoli Stati d’Europa, aderenti al Network di Little Constellation.

Tra le personalità sammarinesi, che hanno già visitato l’esposizione, Matteo Fiorini Segretario di Stato per il Territorio e Politiche Giovanili della Repubblica di San Marino e il Direttore del Dipartimento Territorio Nicoletta Corbelli.  “E’ stato bello vedere il lavoro compiuto da Little Constellation per mettere in rete il talento e l’arte di tanti cittadini del mondo, sotto il nome di San Marino” ha sottolineato il Segretario per il Territorio e Politiche Giovanili Matteo Fiorini. “Questa mostra è nella storia, rilegge la storia, fa la storia; ed è straordinario che un messaggio così importante venga lanciato nel cuore della cultura europea più attenta e aperta all’innovazione”.

Così la mostra è stata presentata con un testo di saluto dal Segretario per l’Istruzione e la Cultura Giuseppe Maria Morganti, letto dai curatori a tutti i presenti per l’apertura dell’evento. Tra le personalità presenti Steven Linares Ministro per la Cultura, Sport, Patrimonio e Politiche Giovanili di Gibilterra, con il suo staff, tra cui Yvette Zarb Direttore Cultura; inoltre Hakun Jogvanson Djurhuus Capo Delegazione in Islanda delle Isole Faroe e Lisa Gnaw Baldacchino rappresentante del Malta Council per la Cultura e l’Arte.

Trenta i curatori e gli artisti presenti provenienti da Andorra, Cipro, Liechtenstein, Lussemburgo,  Islanda, Malta, Montenegro, San Marino, Canton Ticino, Gibilterra, Isole Aland, Isole Faroe, Jersey, Guernsey. Un’occasione anche di incontro, studio e ricerca. Fondamentali le lecture di Nina Danino, artista e filmaker Senior Lecturer in Fine Art presso il Goldsmiths, University of London; Svetlana Racanovic, curatrice indipendente del Montenegro e Giorgina Portelli Ricercatrice Psicolinguista, Maltese.

Gli artisti e i curatori per quattro giorni ospiti delle Istituzioni Islandesi, oltre a partecipare alle due Aperture della mostra (una su invito e l’altra per il pubblico con visita guidata di Alessandro Castiglioni), hanno anche partecipato ad una giornata di studio e ricerca per continuare a mettere a punto in modo condiviso i nuovi progetti di Little Constellation, tra cui  /ti’tano/, un progetto della Repubblica di San Marino dedicato ai piccoli Stati per Mediterranea 16 Biennale Giovani Artisti di prossima inaugurazione il 6 giugno 2013 ad Ancona e il nuovo progetto di Little Constellation Of Other Places in elaborazione per il 2014 e 2015 per Gibilterra – UK. Mappe Soggetive – Sparizioni è curata dal direttore della Galleria Nazionale d’Islanda e storico dell’arte Halldor Bjorn Runolfsson, dal curatore e storico dell’arte Alessandro Castiglioni e dagli artisti curatori e iniziatori di Little Constellation Rita Canarezza & Pier Paolo Coro.

La mostra Mappe Soggettive – Sparizioni gode dell’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, è sostenuta dalle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri, Istruzione e Cultura, Territorio e Politiche Giovanili, Turismo, Sanità e Sicurezza Sociale – Ufficio Attività Sociali e Culturali della Repubblica di San Marino. Main sponsors Fondazione San Marino, Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino SUMS, Ente Cassa di Faetano, Fondazione della Banca di San Marino.

La Galleria Nazionale d’Islanda è la più importante istituzione per l’arte moderna e contemporanea d’Islanda. Ospita la collezione nazionale d’arte del diciannovesiomo e ventesimo secolo, comprendendo opere dei principali artisti islandesi, e una collezione internazionale con la presenza di artisti quali: Pablo Picasso, Edward Munch, Karel Appel, Hans Hartung, Victor Vasarely, Richard Serra e Richard Tuttle, per un totale di 10.000 opere. Oltre alle sette sale espositive, ai magazzini e agli uffici, la Galleria mette a disposizione un bookshop, uno spazio educativo per i bambini, per le scuole e per gli adulti, un punto ristoro e un centro informativo. La Galleria redige pubblicazioni, mostre, programmi di laboratori, conferenze e realizza progetti personali e collettivi agli artisti islandesi e internazionali.

Little Constellation ha sede nella Repubblica di San Marino, ed è il primo network internazionale per l’arte contemporanea, nato per la creazione e la diffusione di progetti attenti soprattutto alla ricerca presente nei piccoli Stati d’Europa: Andorra, Cipro, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Montenegro, San Marino, e in alcune micro realtà geo-culturali dell’area Europea tra cui: Canton Ticino, Ceuta, Gibilterra, Kaliningrad, Aland Island, Faroe Island, Jersey, Guernsey. Il network si propone come piattaforma internazionale conoscitiva, per la diffusione di informazioni, esposizioni, incontri e residenze per artisti, nonché per favorire la creazione di co-produzioni e di collaborazioni per nuovi progetti, con artisti, associazioni, musei, centri per l’arte, istituti pubblici e privati e fondazioni internazionali.

  • Informazioni sulla mostra:

Reykjavik Arts Festival 2013 > dal 17 Maggio al 2 Giugno
Iniziato nel 1970, il Reykjavik Art Festival è il primo festival culturale d’Islanda, offre una varietà di concerti, performance teatrali, esposizioni, danza ed opera. In combinazione con la sua attenzione per la cultura islandese, passato e presente, il Festival ospita artisti  islandesi  e internazionali.
sito: listahatid.is

Artisti in mostra:
Daniel Arellano Mesina, Eve Ariza, Sigurður Atli Sigurðsson, Katerina Attalidou, Sigtryggur Berg Sigmarsson, Justine Blau, Rita Canarezza & Pier Paolo Coro, Dustin Cauchi, Jóhan Martin Christiansen, Nina Danino, Oppy De Bernardo, Hekla Dögg Jónsdóttir, Doris Drescher, Barbara Geyer, Helena Guàrdia, Unn Joensen, Irena Lagator, Victoria Leonidou, Simon Le Ruez, Ingibjörg Magnadóttir, Mark Mangion, Lorella Mussoni & Pier Giorgio Albani, Teodora Nikcević, Minna Öberg, Bjargey Ólafsdóttir, Maria Petursdóttir, Pierre Portelli, Agnès Roux, Eric Snell, Miki Tallone, Jelena Tomašević, Pauliina Turakka Purhonen, Natalija Vujošević, Martin Walch, Trixi Weis.