Image

Politica e Società

Una nazione in armi: il massacro di Crandon

La villetta in cui si è svolto il massacroSei ragazzi sono stati uccisi durante una festa a Crandon, piccola cittadina di duemila abitanti nel Wisconsin, per mano del vice sceriffo, un giovane di appena 20 anni di nome Tyler Peterson, ucciso a sua volta durante un conflitto a fuoco con le forze di sicurezza, che si erano messe sulle sue tracce. L’età dei ragazzi uccisi era compresa tra i 16 e i 21 anni.
Il supervisore della contea, Tom Vollmar, ha ricordato come una tragedia simile non fosse mai accaduta nella zona, per poi aggiungere che il numero di feriti è ancora sconosciuto. Read More

Il Giappone alla conquista dello spazio

Ieri, a cinquant’anni esatti dal lancio dello Sputnik, la sonda giapponese Selene (acronimo di Selenological and Engineering Explorer) è entrata nell’orbita della Luna, portando a termine la prima parte della missione iniziata con il lancio, il 14 settembre scorso. Ne hanno dato notizia le autorità nipponiche.
La spedizione della sonda permetterà, grazie all’ausilio di due ulteriori satelliti più piccoli, di studiare l’origine e l’evoluzione della Luna avvalendosi dell’utilizzo di 14 strumenti. La Jaxa, l’Agenzia Spaziale Giapponese, ha rivelato di essere molto orgogliosa di questa missione, definendola la più importante dopo il Programma Apollo statunitense degli anni ’60 e ’70: «È una missione che va al di là del programma lunare dell’Unione Sovietica e dei progetti Clementine e Lunar Prospector della Nasa». Read More

Cos'è Medea, ovvero come nasce un'utopia

Pubblicare un magazine on-line è un atto di fede o di assoluta follia. Se ci si ferma a riflettere per un istante sulla quantità di informazioni presenti in internet, sulla mole di siti a disposizione dei navigatori, non si può fare a meno di chiedersi che senso possa avere aggiungere altro materiale. Cosa pensare dunque di Medea: si tratta di pura fede o siamo di fronte alla follia? L’unica cosa certa è che Medea nasce da una decisione del tutto irrazionale. È veramente difficile prevedere un futuro roseo per un magazine completamente privo di “sponsorizzazioni”. Non ci sono nomi noti in redazione e non esiste una vera e propria “proprietà” in grado di sostenere l’iniziativa. Read More

Arruolatevi, diceva, girerete il mondo…

Le cifre mentono, ma i capi di stato ed i ministri mentono ancora di più. Questo dovrebbe essere l’assunto da tenere bene in considerazione per poter comprendere i misteriosi meccanismi che presiedono il bilancio di uno stato. Sarebbe troppo complesso – per non dire noioso – metterci a vagliare una ad una, le entrate e le uscite di questi ultimi cinque anni di vita della nostra beneamata Repubblica. Volendo scegliere un settore tra i tanti che esemplifichi la politica del secondo governo Berlusconi (e della sua prosecuzione, il Berlusconi bis), perché non soffermarci sulle spese militari? Read More

Firenze, 1966: prima venne il fango, poi la speranza
11 anni ago

Firenze, 1966: prima venne il fango, poi la speranza

Accadeva ogni anno, puntualmente verso la fine di ottobre. Le piogge si facevano più frequenti e i fiumi s’ingrossavano. L’Arno, il Bisenzio e l’Ombrone Pistoiese minacciavano i centri abitati e spesso arrivavano persino ad esondare. Erano catastrofi annunciate e, nella maggior parte dei casi, l’esperienza aveva insegnato ai toscani come gestirle al meglio. Read More

Dalle strade di Seattle, a quelle del mondo intero

Alla base del movimento no-global c’è un insieme di gruppi, organizzazioni non governative, associazioni e singoli individui relativamente eterogenei dal punto di vista politico ed accomunati soprattutto dalla critica al sistema economico neoliberista ed alle sue presunte derive imperialiste ed autoritarie. Read More

«Studenti figli di papà, io sto con i poliziotti…»

E’ Triste. La polemica contro
il Pci andava fatta nella prima metà
del decennio passato. Siete in ritardo, figli Read More

Il Caimano

Roma, 2006, Bruno Bonomo è un produttore cinematografico, o meglio; Bruno Bonomo era un produttore cinematografico. Negli anni ’70 sfornava “capolavori” trash passati alla storia del cinema (un titolo su tutti: Cataratte) Read More