The Movement of People Working sono i film girati da Phill Niblock fra il 1973 e il 1985 in ambienti rurali in vari paesi del mondo (Cina, Brasile, Portogallo, Portorico, Hong Kong, Messico, Ungheria, Peru). Verranno presentati in anteprima nazionale sotto forma di installazione e suonati dal vivo per un concerto del festival MiTo il 16 settembre all’Hangar Bicocca di Milano dall’ensemble Nelly Boyd da Amburgo (violoncello, chitarre, piano). The Movement of People Working, attraverso un trattamento del colore impeccabile e un articolarissimo montaggio secco, raccontano in anticipo sui tempi e con grande pertinenza le contraddizioni e i paradossi della globalizzazione. «Ed è questo principalmente il motivo – spiega il curatore Andrea Lissoni – per cui il percorso inusuale di Phill Niblock è stato scelto come terzo episodio delle Fessure audio video di HangarBicocca: ancora un artista importante ma poco noto in Italia, i cui lavori risultano strettamente legati al tema – Terre Vulnerabili – esplorato fra 2010 e 2011 da HangarBicocca, una eccellenza nella sua disciplina – in questo caso la musica dalla qualità ineccepibile e in fase di riscoperta nell’ambito dell’arte contemporanea».

Per HangarBicocca, Niblock ha selezionato dalla serie The Movement of people working sei film di circa 90′ minuti ciascuno, che verranno proiettati accompagnati da colonna sonora e appositamente installati dall’artista stesso nello spazio dello Shed, a disegnare una lunga linea spezzata di sei schermi. Questi video saranno anche visibili dal 17 al 19 settembre nei consueti orari di HangarBicocca. Phill Niblock è un celebre compositore minimalista attivo fin dalle metà degli anni Sessanta a New York dove ha fondato Experimental Intermedia e la imprescindibile etichetta Xi records. Autore di una musica caratterizzata da droni simultanei e da toni multipli che disegnano flussi di timbri microtonali destinati ad attraversare, avvolgendolo, l’intero spazio del concerto, Niblock è anche cineasta, videomaker e fotografo. Le sue performance musicali sono spesso accompagnate dai propri film (presentati in video) che mostrano persone al lavoro in paesaggi non urbani, rappresentate attraverso uno sguardo socio-antropologico. Niblock comincia il suo lavoro di compositore nel 1968, ma fino a quell’anno ha lavorato soprattutto come fotografo e filmmaker di musica jazz. Il suo film The Magic Sun, un film d’avanguardia con protagonisti la musica di Sun Ra e la sua mitica orchestra, è più che un documento storico, è un vero e proprio capolavoro segreto dello sperimentalismo cinematografico e musicale. Fra gli episodi più rilevanti della sua lunga carriera sta indubbiamente la produzione del meraviglioso album World of Echo compositore, violoncellista, cantante e re della scena disco. Niblock, che incide per l’etichetta (di culto assoluto) Touch, ha suonato nei più disparati e prestigiosi contesti musicali internazionali, dai festival di musica elettronica ai musei, dai centri d’arte alle grandi sale concertistiche.

La musica di Phill Niblock, uno dei maggiori sperimentatori musicali viventi, non è né ambient né minimalista. Niblock infatti si differenzia da Steve Reich, Philip Glass e Terry Riley – che lui stesso definisce più “ripetitivi” che minimalisti – per un suono basato sulla sottrazione degli elementi base come il ritmo e la melodia tipici di quei padri storici, a favore di note lunghissime e toni sostenuti, che danno vita ad un impasto denso ora armonioso ora scuro, denso e perturbante. «Talvolta lavoro con frequenze molto vicine tra loro – racconta Niblock – come per esempio 55, 57, 59 hertz, poi lavoro sulle loro ottave, creo una partitura e scelgo uno strumento e ovviamente anche un musicista per registrare la serie di frequenze su un registratore multitraccia o su computer. Dal vivo poi i musicisti suonano esattamente lo stesso strumento, improvvisando sulle note contenute sul nastro, influenzando così il risultato nello spazio…»

info:
Phill Niblock
The Movement of People Working

A Cura di Andrea Lissoni
Concerto Del Festival Mito Settembre Musica
Giovedì 16 settembre 2010 ore 22.00 – ingresso: 15 euro
Biglietteria Mito – Urban center, Galleria Vittorio Emanuele 11/12
Tel. 02.88464725/784
www.mitosettembremusica.it