Domenica 26 maggio 2013 al Castello Visconteo di Pandino (CR) sarà allestito il “Pandino Fantasy Books 2013”, un evento di rilevanza nazionale in cui 59 espositori illustreranno il panorama editoriale italiano dedicato al mondo del Fantasy e del Fantastico. La giornata aprirà le porte alle ore 10:00 e le chiuderà alle le ore 20:00, l’ingresso è gratuito (Sito internet: www.pandinofantasybooks.net).

Il Pandino Fantasy Books 2013 è una fiera dell’editoria del mondo dell’immaginario. Un grande contenitore che racchiude diversi generi: il fantasy, la fantascienza, l’horror, il gotico, il surreale, l’avventura. Dopo il successo della prima edizione del 2012, il Pandino Fantasy Books si propone quest’anno in una veste rinnovata ed ampliata: una madrina d’eccezione, l’attrice Enrica Ajò (“Notte prima degli esami”, “L’Ispettore Coliandro”), sei ospiti di rilevanza nazionale: Marco Buticchi (scrittore LONGANESI), Ivan Zuccon (regista horror), Elena Percivaldi (Storica-saggista), Steve Sylvester (Scrittore CRAC Edizioni e cantante dei Death SS), Marta Dionisio (Scrittrice-Fazi Editore), Francesco Gungui (Scrittore-Mondadori-Fabbri), e 59 espositori provenienti da tutto il territorio nazionale (tra cui spiccano i nomi di grandi gruppi editoriali italiani: Bompiani, Rizzoli, Fazi, Fabbri Editori, ecc), il tutto accompagnato dalla musica d’ispirazione medievale del gruppo dei Lucus (www.lvcvs.net). Un affresco di generi letterari che si amalgama all’interno del castello Visconteo di Pandino (CR), grazie alla presenza di case editrici, espositori, scrittori, artisti e musicisti. Un’isola in mezzo all’oceano della quotidianità dove l’immaginazione, per una giornata intera, potrà volare libera, attraverso la presentazioni dei romanzi, le conferenze, la musica, il cinema e le letture animate rivolte ai bambini. Un festival letterario dedicato all’editoria Fantasy e al Fantastico, che vuol divulgare cultura e riunire tutte quelle persone la cui fiamma per la lettura arde ancora nel cuore.

Questa seconda edizione ha come tema portante laMitologia Celtica, che arricchirà la fiera di una cornice antica, quasi sacra, come i cerchi di pietre dove i druidi celebravano i loro riti. La consolidata collaborazione tra il Comune di Pandino (CR) e la casa editrice Linee Infinite Edizioni di Lodi, ha permesso al Pandino Fantasy Books di vedere la luce per il secondo anno consecutivo, grazie anche all’apporto dell’Associazione culturale La Torre di Lodi. Il Pandino Fantasy Bookssi svolgerà Domenica 26 Maggio 2013 a partire dalle ore 10:00 e terminerà alle 20:00 della stessa giornata.

La fiera si svolgerà con un ritmo serrato per tutta la giornata, attraverso un succedersi di appuntamenti ed avvenimenti. Alle ore 10:00 nella Sala MORRIGAN avverrà l’apertura della manifestazione con il saluto dell’amministrazione Comunale, dello Staff organizzativo del Pandino Fantasy Books e il taglio del nastro da parte della Madrina dell’edizione 2013: l’attrice Enrica Ajò.

Alle 10:30 nella Sala CU CHULAINN verrà presentato “I libri di Dorpalan-I tre druidi” di Stefano Tomei, Espositore indipendente. Nella Sala DANU saranno presentati i libri “Xyen” di Deborah Desire e “Dieci sfumature di eros” di Patrizia Disirò, due espositrici indipendenti. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta di “Dead of night” di Pietro Gandolfi, espositore indipendente. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Illustrazione: uno sguardo dietro le quinte” di Fabio Porfidia. Nella Sala BELTAINE saranno organizzate le “Letture per i più piccoli” a cura di Fabularia. Alla stessa ora, nel cortile del Castello, si svolgerà il corteo storico del Villaggio Celtico di “Alauda” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

Alle ore 11:00, sempre nel cortile del Castello, si svolgerà un torneo di “Duelli di bacchette magiche” a cura di Francesca D’Amato.

Alle 11:30 nella Sala CU CHULAINN verrà presentato “Il cristallo di Necros” di Paolo Parente, espositore indipendente. Nella Sala DANU sarà presentato il libro “Scherzi del destino” di Silvia Dotti, Badiglione Editore. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta de “Il momento del risveglio” di Nicola Fossati, espositore indipendente. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Nürnberg Fallout 14/88” di Giuseppe Pasquali, della Linee Infinite Edizioni. Nella Sala BELTAINE sarà organizzato il “Reading di fiabre Celtiche” a cura della compagnia Teatrale Selvagreca.

Alle ore 12:30 nel cortile del Castello ci sarà l’”Allestimento del pranzo Celtico” del Villaggio di Alauda, a cura dell’Associazione culturale I Ricci. Alle Ore 13:00, sempre nel cortile del Castello, al Villaggio di Alauda sarà organizzato il “Pranzo tipico Celtico in ciotole grezze” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

Alle 14:00 nella Sala CU CHULAINN si terrà la conferenza del primo OSPITE SPECIALE, il  regista IVAN ZUCCON che presenterà “Il mondo dell’horror“. Nella Sala DANU sarà presentato il libro “On stage-Back stage” di Luca Fassina, Tsunami Edizioni. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta de “La luna nera e la fanciulla dagli occhi di rugiada” di Queen Persefone, Anguana Edizioni. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Siddon Rock” di Glenda Guest, Miraviglia Editore. Nella Sala BELTAINE saranno organizzate le “Letture per i più piccoli” a cura di Fabularia. Alla stessa ora nel cortile del Castello, saranno organizzati al villaggio di Alauda “Laboratori: giochi Celtici-Lavorazione del rame-magie” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

Alle 15:00 nella Sala CU CHULAINN si terrà la presentazione del libro “Il sogno di Jessica” dell’ OSPITE SPECIALE MARTA DIONISIO, Fazi Editore, con l’Introduzione a cura di ENRICA AJÓ. Nella Sala DANU sarà presentato “Fantasy e thriller: due autori a confronto”: “Un fiore d’ombra” di Debora De Lorenzi e “Quando cala il buio” di Massimiliano Bellezza, della Butterfly Edizioni. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta di “Petali di rosa e fili di ragnatele” di Marta Leandra Mandelli, Edizioni PerSempre. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Yo Yo denti di lupo” di Ermanno Capelli, della Laura Capone Editore. Alla stessa ora nel cortile del Castello, si terranno i “Duelli di bacchette magiche” a cura di Francesca D’Amato.

Alle 16:00 nella Sala CU CHULAINN si terrà la presentazione del libro “Il negromante del rock” dell’OSPITE SPECIALE STEVE SYLVESTER, Crac Edizioni, relatore Gianni della Cioppa. Nella Sala DANU saranno presentati i libri “La spada e il trifoglio” di Leo Ossian e “Il sole di Alur: il custode del tramonto” di Alessandro Fusco, Il Ciliegio Edizioni. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta di “Fantasy di Glyn” di Lucia Simonis, espositore indipendente. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Inferno, canti delle terre divise” dell’OSPITE SPECIALE FRANCESCO GUNGUI, Fabbri Editore, Introduzione a cura di ENRICA AJÓ.Alla stessa ora nel cortile del Castello, si terrà al Villaggio di Alauda un esempio di “Matrimonio Celtico con corteo” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

Alle 16:30 nella Sala BELTAINE sarà presentata la “Storia di Alauda” a cura de I Ricci.

Alle 17:00 nella Sala CU CHULAINN si terrà la presentazione del libro “La voce del destino” dell’OSPITE SPECIALE MARCO BUTICCHI, Longanesi, introduzione a cura di ENRICA AJÓ. Nella Sala DANU sarà presentato il libro “Love Vampire” di Ilaria Militello, Webmaster60 Edizioni. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta di “Uno sguardo sui Celti” di Adriana Comaschi, Domino Edizioni. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato Steampunk Italia: “Scienziati pazzi tra realtà e fantasia” a cura del Dott. Luigi Garlaschelli.  Nella Sala BELTAINE si svolgerà “Quattro chiacchiere con l’autore”: presentazione dei libri “OGD” di Anna Giraldo, “Le paludi di Athakah” di Stefano Mancini, “E un elfo li radunò” di Davide Galati, “In nomine patris” di Davide Truzzi, Linee Infinite Editore. Alla stessa ora nel cortile del Castello, si terranno al Villaggio di Alauda “Laboratori: giochi Celtici-Lavorazione del rame-magie” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

Alle 18:00 nella Sala CU CHULAINN si terrà la conferenza “I celti in Europa e in Italia” dell’OSPITE SPECIALE ELENA PERCIVALDI. Nella Sala DANU saranno presentati i libri “Chez Ali” di Martina Fragale, “L’eredità” di Jury Livorati, “Le porte del cielo” di Alessandro Nardin, della 0111 Edizioni. Nella Sala SAMHAIN sarà la volta di “Fantasmi e segreti al Castello di Sorci/Notte di sangue al Casello di Sorci” di Amos Cartabia, Acar Edizioni. Nella Sala MORRIGAN sarà presentato “Leggende, artigianato e tradizioni alpine per un romanzo fantasy storico a misura di turista” di Francesca D’Amato.  Nella Sala BELTAINE sarà presentato “Argetlam- La Spada di Luce” di Alessia Mainardi, Mattioli 1885

Alle ore 19:00, nel cortile del Castello, al Villaggio di Alauda sarà fatta l’”Invocazione agli Dei con accensione del fuoco sacro nel braciere” a cura dell’Associazione culturale I Ricci.

La casa editrice Linee Infinite di Lodi è giunta al suo sesto anno di vita. Per confermare il forte radicamento al territorio in cui è nata, e per diffondere il genere Fantasy a cui contribuisce considerevolmente all’interno del panorama letterario nazionale, ha ideato questa giornata dedicata al mondo del fantastico. Linee Infinite nasce nel 2007 a Lodi con l’intento di promuovere e diffondere nuovi autori degni di nota, altrimenti esclusi dal mercato editoriale nazionale; un’attività che ha portato la realtà lodigiana a misurarsi con l’intero territorio nazionale, diffondendo i propri libri in tutte le regioni d’Italia. Una particolare attenzione è sempre stata rivolta al territorio d’origine: Lodi, il lodigiano, il cremasco e la Lombardia. Per queste ragioni, il Pandino Fantasy Books 2013″ è l’evento che costruisce un ponte con Lodi, Crema, Cremona e il territorio circostante, investendo la Lombardia e l’intero territorio nazionale in una giornata speciale. Si tratta di una specie di “promemoria”, un “punto della situazione” con il quale la casa editrice lodigiana intende tessere un dialogo con i lettori della propria terra d’origine e con quelli dei territori limitrofi. Allo stesso tempo è l’occasione per presentare al pubblico nazionale la sua vocazione verso il genere Fantasy, al quale la realtà editoriale lodigiana ha sempre riservato un ruolo importante all’interno della propria programmazione editoriale. La programmazione sinergica con le altre case editrici nazionali e con il comune di Pandino (CR) ha permesso di realizzare questa giornata dedicata interamente ad un mondo: quello dell’editoria Fantasy e del mondo del Fantastico.Un’occasione per scoprire, riscoprire e difendere un genere letterario in espansione molto amato dalle nuove generazioni.

Ora non vi resta che varcare le soglie dell’ANNWN*!

(*Annwn è l’oltretomba nella mitologia celtica, governato da Arawn, divinità legata in origine alla caccia e al ciclo delle stagioni).

 

  • DUE PAROLE CON SIMONE DRAGHETTI, responsabile editoriale Linee Infinite

 

Questa è la seconda edizione del Pandino Fantasy Books. La prima edizione è stata organizzata nel 2012. Come è nata l’idea di una Fiera dedicata al genere Fantasy?

L’idea di creare un evento a sfondo fantastico è nata quasi per caso. Linee Infinite collaborava con il Comune di Pandino già da diverso tempo, tramite rassegne letterarie che si sono svolte all’interno del Castello Visconteo, grazie alla disponibilità della responsabile della Biblioteca Eleonora Bello. Parlando con la Bibliotecaria proposi un’idea che da tempo mi ronzava per la testa: creare una vera fiera dell’editoria fantasy all’interno di un castello medievale. La mia proposta è stata accolta favorevolmente dall’amministrazione comunale e così, quasi per caso, nel 2012 è nata la prima edizione del Pandino Fantasy Books.

Come si colloca questa fiera rispetto a quelle già esistenti in Italia sul mondo del fantastico?

Si tratta in effetti dell’unica fiera dell’editoria che parli esclusivamente di fantasy o di immaginario. In Italia vi sono tantissimi festival dedicati al mondo del fantastico, potrei citare la Festa dell’Unicorno che si svolge a Vinci, oppure il Parmafantasy, ma nessuna di queste è una vera fiera dell’editoria. Chi visita quei festival è attratto soprattutto dai costumi fantasy, dai cosplayer, ma l’editoria è una parte minore. Il Pandino Fantasy Books invece è dedicato interamente al mondo dei libri, semmai tutto il resto fa da contorno.

Qual è la differenza tra questa edizione e quella del 2012?

Sicuramente una delle differenze principali rispetto allo scorso anno è quella di avere 19 espositori in più. Nel 2012 erano 40, mentre in questa edizione sono diventati 59. Abbiamo sei ospiti speciali contro i tre dello scorso anno, in più vi è una madrina che farà gli onori di casa. L’unica cosa che accomuna le due edizioni è lo staff. Venticinque ragazzi che partecipano alla creazione, all’organizzazione ed alla buona riuscita del Festival.

Tra gli espositori ci sono importanti case editrici, avete degli ospiti notevoli ed una madrina d’eccezione. Come è stato possibile trasformare un evento locale in uno di interesse nazionale?

Ho girato molte fiere dell’editoria in questi ultimi anni ed ho osservato ed assimilato la metodologia che diversi staff utilizzavano per la riuscita di un festival letterario. Lo staff del Pandino Fantasy Books  organizza l’evento in maniera professionale, senza tralasciare il minimo dettaglio, cercando di dare il massimo per riuscire ad accontentare gli espositori ed il pubblico che visiterà la fiera. Aggiungo la dedizione che tutto lo staff ha impiegato in questi mesi per contattare gli ospiti, la pazienza nel seguirli e la volontà di far risultare Il Pandino Fantasy Books una fiera di entità nazionale.

Organizzare questa fiera ha richiesto una notevole collaborazione tra diverse case editrici abituate ad essere concorrenti. Come è stato possibile realizzare questo piccolo miracolo?

Credo che nessuno, di questi tempi, abbia voglia di farsi la guerra. Anzi, penso che aiutarsi tra realtà editoriali sia un passo avanti per affrontare questo mondo in maniera più serena. Conosco personalmente tantissimi espositori che saranno presenti alla manifestazione. Sono persone disponibili, con voglia di fare, di promuovere i loro autori ed i loro romanzi. Sono un po’ degli artigiani della parola, che, restando spesso e volentieri nell’ombra, riescono a creare sogni e, con un po’ di fortuna, a divulgarli.

Perché è importante divulgare il mondo del fantasy oggi in Italia?

Perché credo che il mondo del Fantasy sia ancora bistrattato in Italia, considerandolo un genere di serie B. La gente deve capire che uno scrittore che utilizza mondi immaginari per scrivere un libro ha le stesse qualità di uno che fa Thriller o narrativa classica. Le persone devono solo abituarsi a viaggiare in altri mondi, luoghi dove comunque possono coesistere i sentimenti, l’amore, l’odio, il sesso, il potere, la morte. Mondi diversi ma simili al nostro.

Ci rivedremo l’anno prossimo?

Assolutamente sì! Posso anticiparvi che il Pandino Fantasy Books 2014 riserverà grandi sorprese, ovviamente non vi dico quali. Il tema portante della prossima edizione sarà la Mitologia Greca.