scrivi per medea copertina

Il webzine che stai leggendo ha una storia. È attivo dal lontano 2005 e, in tutti questi anni, grazie agli interventi di quanti l’hanno scritto, si è guadagnato rispetto, fama e reputazione. Perché?

Perché Medea ha sempre cercato di raccontare le cose per come sono, senza trucchetti o strizzatine d’occhio ai lettori. Noi non siamo superpartes, abbiamo le nostre idee, ma ci piace discuterle con chi la pensa diversamente perché non siamo stupidi e amiamo il confronto (non lo starnazzare delle oche in cortile). Tutti gli iscritti a Medea possono proporre un articolo o un intervento se credono di avere qualcosa di interessante da dire e sono pronti a sostenere critiche e, se è il caso, a ricevere complimenti.

Gli interventi vengono visionati e moderati perché questo non è un webzine che da spazio a turpiloquio (se non sai cosa significhi questa parola sei nel posto sbagliato) ingiustificato, a pornografia gratuita o ad altre porcate similari. Gli interventi vengono, se necessario perché scritti con la mano sinistra, corretti e pubblicati dalla Redazione.

Chi me lo fa fare?

Continua a scrivere quel che pensi sul tuo profilo Facebook, i tuoi amici ti daranno di certo ragione, ma ti interessa sul serio sapere se hai ragione o stai dicendo solo un sacco di scemenze?

Su Medea può confrontarti con un pubblico vasto, che non ti conosce, non è imparentato con te e non ha fatto con te le scuole elementari.

Se credi che la tua opinione conti, questa è la tua occasione per metterti alla prova.

HegelSei la reincarnazione di Napoleone? Consideri Hegel un tuo allievo? Il reparto neurologia non è qui…

Ogni intervento che scriverai per Medea verrà pubblicato attraverso la licenza Creative Commons “Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale” il che significa che tu sarai sempre riconosciuto come autore di quel che hai scritto, nessuno ci guadagnerà niente e chi deciderà di riprendere il tuo intervento dovrà diffonderlo in rete alle stesse condizioni.Tutto chiaro? Bene, ora parliamo di quel che interessa ai lettori di Medea e vediamo se interessa anche a te.

Cosa interessa ai lettori di Medea?

Medea è un webzine generalista, parla di tutto quello che può interessare a gente curiosa e con un quoziente di intelligenza dalla media in su. Le aree tematiche trattate su questo sito sono:

  • Politica e società: hai bene chiaro in testa il modo per far funzionare la sanità pubblica? Vuoi proporre una nuova legge elettorale che garantisca un governo perfetto?
  • Economia e lavoro: sai come risolvere il problema delle pensioni? Sai come garantire lavoro e benessere a tutti? Vuoi spiegarci come riformeresti il mercato del lavoro?
  • Letteratura: Sai spiegare come dovrebbe essere scritto un romanzo per essere degno di essere letto? Sei il maggiore esperto italiano di Murakami e vuoi spiegarci perché non abbiamo capito niente dei suoi romanzi?
  • Scienza e tecnologia: hai scoperto una nuova fonte di energia rinnovabile e pulita con la quale alimentare un robot gigante per difenderci dagli attacchi di Vega? Sai spiegarci perché i prodotti Apple non sono così buoni come vogliono farci credere? Sai tutto sulla vita degli astronauti nello spazio e vuoi raccontarcelo?
  • Arte: vuoi spiegarci perché la mostre di Hokusai faceva schifo? Hai aperto una factory che cambierà per sempre la storia dell’arte e vuoi raccontarci perché? Vuoi spiegarci perché l’Arte è morta? Vuoi raccontarci come e dove hai creato la tua inestimabile collezione di stampe d’arte dell’Ottocento?
  • Turismo: sei appena tornato dalla Corea (del Sud) e vuoi raccontarci cosa le guide turistiche non dicono di quel Paese? Vuoi spiegarci come fare il giro del mondo in quattro persone con 1000 euro?

Prediligiamo articoli auto-conclusivi, non ci piacciono molto le cose “a puntate”, su Medea non ci sono limiti di lunghezza, quindi scrivi quello che devi nella maniera più chiara possibile e scrivi tutto senza omettere niente.

Fai in modo che capisca anche un bambino quello che devi dire. Lascia perdere le news, non pubblichiamo gli aggiornamenti sull’ultimo caso di cronaca nera.

Le sagre della porchetta non ci interessano, quindi, anche se la tua band farà due serate con rimborso spese, evita di segnalarcelo.

Non siamo il circolo di lettura dell’Accademia di Svezia, ci interessano anche argomenti frivoli, basta che siano trattati con intelligenza. Prima di proporci un articolo domandati sempre “è abbastanza intelligente?”

Se la risposta è sì, procedi, altrimenti rileggi quello che hai scritto e rendilo più intelligente.

Ci interessano argomenti che siano interessanti oggi, domani, tra un mese e magari anche di più. Non ci interessa e non pubblicheremo articoli contenenti pornografia, argomenti religiosi, pirateria e comunque qualsiasi cosa che non sia adatta ad essere discussa online da tutti.

Qui comincia la guida vera e propria, prendi appunti

La prima cosa che devi fare è, ovviamente, registrarti e accedere al sito. Una volta all’interno della consolle di inserimento (da qui in poi “backend”), clicca sul tasto “+” in alto a sinistra e inserisci un nuovo articolo.Ti troverai di fronte questo:

guida autori aggiungi nuovo articolo

 

I numeri nello screenshot qui sopra identificano le sezioni principali da utilizzare durante la creazione di un articolo:

  1. Titolo dell’articolo: un buon titolo è breve, fa capire subito di cosa si parla, è accattivante e non è il solito titolo che si trova in internet.
  2. Corpo dell’articolo: qui dovete scrivere o incollare il prodotto delle tue fatiche.
  3. Categorie dell’articolo: devi scegliere in quale categoria inserire l’articolo che hai scritto. Se è di politica va nella categoria politica, se è di arte nella categoria arte…
  4. Tag dell’articolo: inserisci alcune parole chiave (mai meno di 3) che servono ai motori di ricerca per indicizzare il tuo articolo. Le parole chiave, i “tag” vanno scelte con cura immaginando quello che un potenziale lettore potrebbe ricercare per arrivare al tuo articolo. I tag vanno scritti sempre in minuscolo. Esempio: un articolo sulla presunta dipendenza dall’alcol di De André dovrebbe avere almeno questi due tag: de andré, dipendenza alcol…
  5. Strumenti per la pubblicazione: ogni tanto salva una bozza del tuo articolo, quando sarà finito invialo per la revisione.
  6. Strumenti per inserire immagini nell’articolo: puoi, se vuoi, inserire immagini a corredo dell’articolo. Qui tieni sempre presente il motto “meno è meglio”, non ingolfare il tuo articolo di immagini inutili, puoi anche non inserirne se ritieni che non servano, non è un peccato!
  7. Selezione dell’immagine in evidenza: qui un’immagine la dovrai mettere per forza. Ogni articolo ha una immagine in evidenza che è quella grande all’inizio del tuo articolo. Le dimensioni dell’immagine sono 1500×600 pixel, non usare una risoluzione superiore ai 92 dpi, non servirebbe e sprecheresti solo spazio sul server. Per regolarti, considera che le immagini in evidenza non raggiungono mai come peso il Mb.

I campi che vanno assolutamente riempiti sono l’1 e il 2. Lasciare uno di questi campi vuoti significa farsi cestinare senza passare dal via.

L’impaginazione

Medea ha un progetto grafico, il che significa che ha un aspetto ben preciso che risponde a norme di impaginazione. Cosa vuole dire? Che dovrai impaginare il tuo articolo per evitare che sembri il ciclostilo della sezione locale del Partito Comunista che annuncia la lotteria per il compleanno di Lenin.

Niente panico, non è difficile. Ti servirà solo saper usare questi strumenti, tutto il resto puoi (anzi, devi) ignorarlo:

guida autori barra strumenti

  • Il bottone aggiungi media serve per caricare immagini nell’articolo. cliccandoli si aprirà una finestra e poi basta seguire le istruzioni a video.
  • Il menù a tendina alla sinistra del menù dà accesso ai vari formati di testo. Il formato Paragrafo va usato per il corpo dell’articolo, il formato “Titolo 3” per i titoli dei paragrafi in cui va diviso un articolo lungo.
  • “B” serve per mettere il grassetto
  • “I” serve per mettere il corsivo
  • ABC barrate serve per barrare il testo
  • Le virgolette servono per racchiudere un blocco di testo (da selezionare) e farlo comparire come una citazione, i caratteri saranno più grandi del testo normale.
  • I due comandi di elenco che seguono servono per inserire un elenco puntato e un elenco numerico
  • La catena serve per inserire un link a una pagina o a un sito Internet, va usato dopo aver selezionato la porzione di testo che va collegata
  • La catena spezzata serve per rimuovere un link inserito per errore
  • La freccia verso sinistra equivale al comando Ctrl+Z (o Cmd+Z se usata il Mac)
  • L’omega serve per inserire caratteri speciali come le caporali o la “È” che non è la stessa cosa di “E'”
  • La freccia verso destra annulla l’effetto della freccia verso sinistra
  • Tutti gli altri tasti potete bellamente ignorarli, non vi serviranno a meno che non vogliate provare a sperimentare soluzioni particolari di impaginazione.

Come tratto le immagini dei miei articoli?

Per inserire un immagine nel proprio articolo è sufficiente cliccare sul tasto “Aggiungi Media”: Verrà aperta l’interfaccia di caricamento media che ti consente di caricare la tua immagine semplicemente draggandola nella finestra.

Trascina il file (jpg, gif, png) direttamente nella finestra oppure clicca su “Selezionare i file”. Una volta caricata, date sempre un titolo all’immagine caricata (basta anche una parola) Seleziona poi le impostazioni di visualizzazione per l’immagine prima di inserirla.

  • Allineamento: scegli “nessuna”.
  • Link a: Scegli sempre “Nessuno”.
  • Dimensione: È possibile scegliere quattro diverse misure standard per l’immagine che si sta inserendo:
  1. Miniatura – crea un thumbnail
  2. Media – crea un’immagine larga
  3. Grande – crea un’immagine ancora più larga
  4. Dimensione reale – carica un’immagine così come è

L’Immagine in evidenza (che va sempre caricata per qualsiasi articolo) va lasciata senza allineamento, senza link e di dimensione reale. Deve essere di 1500×600 pixel. Per inserirla bisogna selezionare la voce “Inserisci immagine in evidenza” dal box sulla destra dell’editor dell’articolo.

Quale è la struttura tipo di un articolo di Medea?

Un articolo di Medea è lungo mediamente 1.250 parole (il conta parole è in fondo al box nel quale inserisci il corpo del testo) ed è composto da:

  1. Un titolo
  2. Un immagine in evidenza
  3. Un sommario: ossia tre righe nelle quali si riassume di cosa tratterà l’articolo
  4. Il corpo del testo
  5. Immagini da inserire nel corpo del testo
  6. Citazioni se ce ne sono
  7. Elenco puntato delle fonti usate (se ce ne sono) per scrivere il testo

Domande generali, ossia le FAQ

Posso copiare un articolo da un altro sito?

No. Se venissi scoperto a farlo sarebbero guai.

Posso caricare tutte le immagini che voglio?
No, questo non è Facebook.

Non so come impaginare il mio articolo, lo cestino?
No, sottoponilo a revisione, ci penserà la Redazione.

Posso caricare video?
No, quello lo fai su YouTube così diventi ricco e famoso.

Posso criticare quello che mi pare?
Sì, ma a qualche condizione: non offendi gratuitamente, non ti limiti a criticare ma porti qualche proposta. Le risse da cortile sono noiose, puoi farle altrove.

Posso presentarmi nell’articolo per dire chi sono e cosa faccio?
Puoi scrivere chi sei nel tuo profilo utente, lo puoi modificare cliccando in alto a destra accanto alla scritta “Ciao…” selezionando la voce “Modifica il tuo profilo”. Visto che ci sei, carica una bella immagine per il tuo profilo, non fare il timido. Per l’amor di Dio, non cominciare un articolo scrivendo “Ciao, sono Giulia, volevo parlarvi di…”

Posso scrivere su un argomento già trattato su Medea?
Se hai qualcosa di nuovo da dire sì, altrimenti lascia perdere.

Posso diffondere i miei articoli sui social?
Ovviamente sì. Sempre nel tuo profilo puoi inserire gli indirizzi dei tuoi vari profili social.