Figli miei, eccomi qua. Ogni tanto mi faccio sentire e se lo faccio, lo sapete, è perché sono arrabbiata o per le grandi occasioni. Non preoccupatevi, questa è una grande occasione, di quelle che ricorrono una volta all’anno : Medea festeggia 7 anni ! Dall’apertura del sito evidentemente ! Non parlo certo di me che di anni ne ho tremila, ma della forma che ha assunto il mio mito su internet ! Avrei dovuto dunque dire medeaonline, mi scuso, sono troppo precipitosa.

Ebbene, 7 anni non sono un traguardo particolare, abbiamo già fatto una grande festa per i 5 e pensavamo la cosa bastasse per parlare di noi (sapete, ci piace più il saper fare che il far sapere…). Ma che volete, le cose a volte accadono anche senza volerlo e la RAI, la Radio Televisione italiana, si è interessata a noi proprio nel mese di Ottobre, la data del mio compleanno. Ho così convinto uno dei due coordinatori del sito (si proprio uno di quei due disgraziati…) a concedere un’intervista.

Non vi dico la fatica, ma alla fina l’ho convinto a metterci la faccia! Certo, dobbiamo scusare il suo approccio un poco dilettantistico; ammettiamo pure che è abituato a intervistare gli altri e non ad essere intervistato (come ama ripetere da questa traumatica esperienza), ma lo ringraziamo per essersi prestato per fare un po’ di sana pubblicità alla nostra attitudine di andare sempre “in direzione ostinata e contraria”.

Quindi da oggi a domenica, attraverso qualche articolo mirato, vi ricordiamo un po’ chi sono e che cosa ho fatto. Ovviamente attraverso gli occhi della cosa più bella che possedete voi umani : l’arte ! Che volete ? Un po’ di sana autoreferenzialità ogni tanto ci vuole. Quindi, come sempre, ripetiamo in coro : «cercare la verità, riconoscere l’ingiustizia, amare l’arte» !