In occasione del carnevale veneziano, l’artista Carla Rigato, dopo i successi della cinquantaquattresima Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia e della mostra veronese sul Metamorfismo, prenderà parte alla rassegna collettiva organizzata a Venezia nel salone d’onore del Liassidi Palace Hotel da sabato 4 a domenica 26 febbraio. La città di Venezia è un tema caro a Carla Rigato che, a partire dal 2006, ha realizzato una serie di composizioni che vanta ad oggi oltre venti opere dedicate espressamente alla città lagunare. Con lo stile personale che la contraddistingue, l’artista ha compiuto una vera e propria operazione di destrutturazione e ricostruzione della città, ripercorendone le vicende artistiche che l’hanno ritratta, dal vedutismo in poi.

«Campanili e cupole, seppur riconoscibili – spiega Carla Rigato – non appartengono più al mondo reale nel quale sono destinati ad un’inevitabile declino. Le mie opere non sono fotografie di Venezia. La mia è una Venezia onirica, personale, che l’arte ha lo straordinario e difficile compito di rendere eterna». Oltre a Carla Rigato saranno presenti opere di Mauro Coppola, Franco Trevisan, Irma Paulon, Flavia Franceschini Max Solinas, Antonio Murgia, Santorossi, Luigi Francischello, Mauro Gheda, Lucienne Vescovo, Guerrino Dirindin, Tiziano Furlan, Azienda Isoplastic di Monica Zoin. Ospite d’onore Cleto Munari. La mostra, a cura di Valentina Barotto e Christine Polin in collaborazione con Art in the city, vedrà inoltre la partecipazione di pittori, scultori e designers provenienti da gallerie d’arte nazionali ed internazionali.

La Venezia onirica di Carla Rigato
Da sabato 4 a domenica 26 febbraio.
Liassidi Palace Hotel
Venezia Castello, Ponte dei Greci 340
Tel. +39 041 5205658