Incredulo e commosso, il comune di Caltagirone ha inviato una lettera di elogi a un turista giapponese che ha smosso mari e monti pur di pagare la multa di 38 euro presa per sosta senza pagamento in zona blu, mentre era in vacanza in Sicilia nella località del catanese, due mesi fa. Il turista – a quanto si legge sul sito Siciliainformazione.it – lo scorso settembre aveva posteggiato un’auto presa a noleggio sulle strisce blu senza i previsti tagliandi, ed era stato multato da un operatore del Comune. Era ripartito senza poter pagare e l’amministrazione certamente non avrebbe tentato di rintracciarlo in patria. Ma il cittadino giapponese invece di congratularsi con se stesso, animato da un senso civico sconosciuto nel Belpaese e forse grato per l’ospitalità ricevuta, ha cercato su Internet il sito del Comune e ha inviato una e-mail chiedendo istruzioni. Ottenutele, ha inviato tramite corriere internazionale alla polizia municipale di Caltagirone un plico contenente il preavviso della multa e la somma da pagare: 38 euro, oltretutto con una lettera di ringraziamento “per la disponibilità dimostrata” dalla polizia municipale. “Il suo è un esempio per tutti, che è giusto evidenziare” perché “ha dimostrato grande correttezza” scrive il Comune di Caltagirone.

[fonte: Giappone 360]