Quella che stiamo vivendo oggi non è solo una crisi economica ma una vera e propria crisi del modello di sviluppo occidentale basato sulla ricerca costante di beni superflui. In Italia i segnali della crisi sono sotto gli occhi di tutti. I beni culturali italiani perdono i pezzi e intanto si moltiplicano tagli alla cultura, gli stanziamenti per beni culturali sono pari allo 0,19% del Pil (1% in Francia, 1,20% in Inghilterra) in calo del 30% in negli ultimi 5 anni; negli ultimi 11 anni il MiBAC ha perso 7mila dipendenti.

Come tutte le crisi, anche questa ci offre la grande opportunità di riconsiderare l’importanza dei Valori fondamentali cui fare riferimento come uomini e come cittadini. Tra questi valori ci sono la Cultura e la Bellezza del nostro Paese, valori sui quali dobbiamo puntare per il riscatto civile ed economico italiano.

L’esigenza di questo radicale cambiamento è già in atto: a fronte di un investimento di 4,8 miliardi di euro la cultura italiana genera valore per 40 miliardi di euro l’anno (2,6% Pil nazionale), e per 203 miliardi di euro (13% Pil) se si considera anche il turismo culturale; la spesa in cultura delle famiglie italiane è aumentata del 24,3% dal 1999 al 2009 (+ 46% solo il Teatro).

Il nostro patrimonio di arte e paesaggio è unico al mondo ma anche fragile: deve essere tutelato se non vogliamo assistere a un degrado da cui non si può più tornare indietro. Spesso invece questa preziosa risorsa è dimenticata dai più, a partire dai nostri politici. Secondo il FAI, la bellezza dell’Italia può e deve creare sviluppo economico, posti di lavoro, incremento del turismo. Il FAI crede che sia questa l’Italia che possiamo salvare, tutti insieme.

Ricordati di salvare l’Italia” è la Campagna nazionale di raccolta fondi del FAI, rivolta a tutti coloro che hanno a cuore il nostro Paese, che credono nella potenzialità della bellezza dell’Italia e che sono convinti che sia necessario attivarsi in prima persona perché il nostro partimonio ha bisogno di tutti gli italiani.

Oggi come non mai,dunque, puoi contribuire anche tu a costruire un futuro migliore sostenendo la campagna del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia”. Per tutto il mese di ottobre:

Fino al 28 ottobre 2012 puoi:

  • Donare 2 euro inviando un SMS al 45503 dal tuo cellulare TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca oppure chiamando da rete fissa TeleTu e TWT.
  • Donare 5 o 10 euro con una telefonata da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.
  • Mandare un sms online.

Ricordati di salvare l’Italia.
Costruiamo insieme un futuro migliore!

Fonte: www.fondoambiente.it