Il rapporto annuale Censis parla quest’anno di “capitale inagito”, ovvero potenzialità inutilizzate e sprecate che impediscono al nostro Paese di ritrovare la crescita e risollevare la propria economia. Nel «capitale inagito» figurano i giovani disoccupati sotto i 34 anni – più preparati, più “internazionali” e più motivati delle generazioni precedenti e costretti alla fuga all’estero -, ma anche i giovani occupati che hanno vita dura e percepiscono salari che non permettono loro di arrivare a fine mese senza il contributo dei gentori.

Qui l’approfondimento de La Stampa.