Nel suggestivo scenario del centro storico di Modica, tra il chiostro di Palazzo S.Domenico, il Palazzo della Cultura e Palazzo Grimaldi, si terrà, dal 25 al 28 agosto, la seconda edizione del Festival del Giornalismo. Organizzata dall’Associazione Il Clandestino, in collaborazione con la Fondazione Grimaldi, l’Arci, la Cgil e Libera e patrocinata dal Comune di Modica e dalla Regione Sicilia, la quattro giorni dedicata al giornalismo vuole promuovere, anche quest’anno, la conoscenza del panorama informativo nazionale, con particolare  attenzione al mondo giornalistico siciliano.

Tante le iniziative e tanti gli ospiti di questo nuovo appuntamento. Riccardo Orioles, Pino Finocchiaro, Antonello Mangano, Renato Camarda, Claudio Floresta ed Elena Fava inaugureranno la prima giornata del Festival dedicata al cambiamento dell’informazione in Sicilia e alla figura del giornalista Pippo Fava. Alberto Spampinato, Carlo Ruta e Roberto Rossi illustreranno, invece, l’oscura vicenda della morte di Giovanni Spampinato, mentre per affrontare il tema nazionale della libertà di stampa, il Festival del Giornalismo ospiterà Franco Fracassi, Bruno Tinti, Gaetano Liardo e i Procuratori di Modica e di Gela, rispettivamente Francesco Puleio e Lucia Loti.

Una giornata, inoltre, sarà dedicata ai numerosi progetti editoriali giovanili: un forum consentirà di conoscere tutte le nuove realtà siciliane impegnate nella comunicazione e a seguire l’intervista al giornalista Walter Molino che ha da poco pubblicato il suo nuovo lavoro, Taci Infame. Vari momenti culturali sono stati inseriti all’interno del programma, con la presentazione dei documentari L’ultima violenza di Pino Finocchiaro e Le dame e il Cavaliere di Franco Fracassi, dei libri Avamposto, nella Calabria dei giornalisti infami di Roberto Rossi e Don Vito, un volume di Francesco La Licata e Massimo Ciancimino, con la presenza straordinaria di quest’ultimo.

Saranno poi istituiti due workshop, giornalismo fotografico e giornalismo d’inchiesta, guidati rispettivamente da Simone Donati, fotografo del collettivo TerraProject, e da Franco Fracassi, documentarista e giornalista d’inchiesta. Entrambi i corsi hanno già registrato un ampio numero di  partecipanti. Non solo informazione e cultura al Festival del Giornalismo, ma anche musica, teatro e spettacoli. Le serate saranno infatti animate da musicisti e artisti locali come Davide Di Rosolini e il gruppo  jazz a cura di Giuseppe Scucces, Salvatore Rendo, Pietro Giunta, Armando Barni ed Ennio Maltese e da momenti teatrali con Fatima Palazzolo, Riccardo Tona, Sandra Celestre e Saro Tribastone. A  concludere il Festival, in Piazza Matteotti, saranno invece i Famelika, gruppo palermitano di fama  nazionale.