"Ινοσιτόλη, Il soffio della speranza" è un romanzo in cui narrativa e scienza si incontrano. Cinzia Baldini, la sua autrice, in questo suo settimo volume, ha cercato di coniugare nella vicenda romanzata una scoperta medico/scientifica reale e documentata. Ecco una breve intervista rivolta dall’autrice a Diana, l’immaginaria protagonista della vicenda.

Diana, anche tu, come tante altre donne in tutto il mondo, eri affetta dalla sindrome dell’ovaio micropolicistico definito anche con la sigla PCOS (dalle iniziali delle parole inglesi che la compongono: PolyCystic Ovary Syndrome). Come hai vissuto la scoperta dell’impossibilità di diventare madre?

Nonostante avessi un compagno meraviglioso e fossi professionalmente realizzata e senza problemi economici mi sentivo beffata da madre natura… una donna incompiuta…, una donna a metà. Da lì, alla depressione che questo stato di prostrazione mentale comporta, sia psicologicamente che fisicamente, il passo è stato breve.

Puoi spiegare in cosa consiste la sindrome dell’ovaio micropolicistico?

Lo farò citando il professor Vittorio Unfer, (anche lui protagonista del romanzo, e non come personaggio di fantasia, ma uomo in carne ed ossa,  professionista reale, medico impegnatissimo nella Capitale, studioso brillante e conosciuto ben oltre i confini nazionali. Ndr) specialista in Ostetricia e Ginecologia: “E’ uno dei più frequenti fattori di sterilità nella popolazione femminile di tutto il mondo. Esistono varie teorie sull’origine della PCOS ma quella che è la più accettata dai ricercatori è che essa sia un’affezione endocrina e metabolica che colpisce le donne in età riproduttiva”.

E il trattamento che hai affrontato?

Un integratore “terapeutico” a base di inositolo.

Soltanto un integratore alimentare…!?
Esattamente: un integratore alimentare terapeutico, perché il suo utilizzo, come nel mio caso, è stato una vera e propria terapia.

Chi ti ha prescritto tale cura?

Il professor Unfer. Infatti la “riscoperta” dell’inositolo è un merito da attribuire agli studi condotti da lui e dal suo gruppo di ricerca tutto italiano. L’inositolo nei nostri alimenti è presente in misura consistente negli agrumi, nei cereali integrali, nella frutta secca, nei semi, nei legumi, nel lievito di birra e nella frutta e verdure fresche. Esso non è altro che una molecola naturale molto semplice e legata alle origini della vita stessa sulla terra. Uno zucchero alcolico, per descriverlo in maniera comprensibile, ma assai riduttiva. In realtà, la grande stabilità e le primordiali funzioni d’ingrediente alimentare non digeribile che favorisce la crescita e il potenziamento delle funzioni di una specie batterica non dannosa, ma benefica per l’organismo, le sono valse il titolo di sostanza probiotica. L’integratore prescrittomi, a base di inositolo, appunto, colma le carenze nutrizionali che risultano essere collegate alle alterazioni ormonali e metaboliche all’origine della PCOS.

Le controindicazioni?

Dai test sperimentali e dalla pratica condotta dal professor Unfer e dal suo gruppo che, da ormai ben dodici anni lo utilizza per la cura della policistosi ovarica, ed ha prodotto studi e pubblicazioni sulle più grandi riviste scientifiche internazionali, l’inositolo, ai dosaggi abitualmente utilizzati, è sicuro e senza effetti collaterali e, cosa più importante, induce l’ovulazione in maniera del tutto naturale ed equilibrata.

Diana, cosa vorresti suggerire alle lettrici/lettori di “Ινοσιτόλη Il soffio della speranza”?

Di ricordare che nella vita non bisogna mai perdere la speranza ma cercarne il suo soffio e alimentarlo fino a farlo diventare un uragano!

Il libro

Un figlio che non arriva… Una gravidanza impossibile… La disperata ricerca di restare incinta e la scoperta di essere sterile: un fantasma che segue come un’ombra Diana, la protagonista del romanzo. Claudio, il compagno sensibile e attento che l’aiuterà ad uscire dal baratro della depressione in cui la mancata maternità l’ha gettata e la convincerà ad affidarsi ad uno specialista della riproduzione umana. In una sequenza romanzata, la STORIA VERA con il REALE PROTAGONISTA dello studio e della scoperta del MYO-INO-SITOLO: il PROFESSOR VITTORIO UNFER. A lui, infatti, va il merito di aver ricercato le cause e trovata la cura per la SINDROME DELL’OVAIO MICROPOLICISTICO, quindi, aver permesso al soffio della speranza di accompagnare, nella lotta contro la sterilità, le donne affette dalla PCOS.

ISBN – 978-88-6247-136-7
pag. 204
€ 10,00

L’autrice

Cinzia Baldini è Nata a Roma nel 1960, ha compiuto studi classico-umanistici e lavora presso una Pubblica Amministrazione. Collabora con vari siti letterari e dal 2009 è curatrice di www.art-litteram.com, una E-zine rivolta ad “Autori ed artisti esordienti e non solo…”.
È appassionata di egittologia e archeologia “eretica”.
Ha al suo attivo la rappresentazione sulla scena del testo teatrale “Processo a Giuda” al teatro Fàrà Nume di Lido di Ostia e la pubblicazione in varie antologie di molti suoi racconti.
Ha curato la prefazione di alcuni volumi di racconti e romanzi ed è autrice del “Pianista Maledetto”, uno dei tre brani che compongono la trilogia dell’”Orologio Parallelo” curata da Gianni Maritati, giornalista di Rai 1, e di quattro romanzi: “Semplicemente donna”, “Orichalcum” e “Il Veleno di Circe”, “Non Nobis Domine – I custodi della verità”, “Elektron”, tutti editi da Linee Infinite Edizioni.

Cinzia Baldini è al suo sesto romanzo. Dopo “Semplicemente donna”, “Orichalcum”, “Il Veleno di Circe”,  “Non Nobis Domine – I custodi della verità” e “Elektron”, tutti editi da Linee Infinite Edizioni, l’autrice si ripresenta con una nuova struggente storia, questa volta sul tema complesso quanto attuale della maternità e della sterilità. “Il soffio della speranza” conferma le grandi capacità narrative di Cinzia Baldini e la sua grande versatilità, il suo vasto eclettismo, che le permette di passare dalla fantascienza al romanzo d’amore a quello scientifico. Cinzia Baldini è un’autrice di fiducia della casa editrice Linee Infinite. Scrittrice prolifica ed instancabile, sa variare i temi e comporli in avvicenti avventure che non tralasciano il lato umano e sentimentale della vita. Il consolidato rapporto con Linee Infinite le ha permesso di approfondire gli argomenti a lei cari, dall’amore all’archeologia, passando per i problemi legati alla maternità, giungendo a una sintesi che le permette di costruire storie di rara efficacia.

Breve biografia del Professor Vittorio Unfer

Vittorio Unfer è nato a Roma nel 1963. Si è laureato e specializzato con il massimo dei voti all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” in Ostetricia e Ginecologia. E’ un affermato ricercatore sulla nutrizione e sugli integratori alimentari nella pratica clinica ostetrica e ginecologica.
Nel 1992 è stato docente della Scuola di Ostetricia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, sul tema della nutrizione, alimentazione e dei disturbi alimentari durante la gravidanza. In seguito ha insegnato presso il Dipartimento di Ostetricia/Ginecologia al Centro Perinatale e Medicina Riproduttiva dell’Ospedale Universitario Santa Maria della Misericordia di Perugina.
Vittorio Unfer è Presidente della Società Internazionale di Integratori Alimentari e Fitoterapia, ed è stato Presidente della Società Italiana di Fitoterapici e Integratori in Ostetricia e Ginecologia. E’ membro della Società Internazionale di Cioccolato, Cacao e Medicina e Vice Presidente Esecutivo della LO.LI. International Symposia.
Il Professor Unfer ha acquisito una lunga esperienza nell’industria farmaceutica e chimica. Nel 1996 è entrato a far parte della Società AMSA PHARMA come Direttore scientifico. Ha prestato le sue competenze per lo sviluppo degli integratori alimentari presso la Menarini Pharma, Zambon, IDI farmaceutici, IBSA Svizzera e IBSA Italiana. Attualmente è consulente medico di Ricerca e Sviluppo IBSA Svizzera e Presidente della LO.LI. Pharma S.r.l.
Vittorio Unfer è, inoltre, titolare di numerosi brevetti ed è stato promotore del myo-inositolo nella pratica ostetrica e ginecologica e, oggi, grazie ai suoi sforzi, la molecola è usata in più di 33 Paesi.
Vittorio Unfer è autore di circa 150 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali ed autore di numerosi libri. E’ stato, anche, promotore di svariati Congressi nazionali e internazionali.

Vittorio Unfer e il myo-inositolo

Vittorio Unfer, Vice presidente di LO.LI International Symposia , ha dedicato una buona parte della sua carriera a studiare il myo-inositolo. Il myo-inositolo è uno “zucchero” alcolico che viene sintetizzato dal nostro organismo. La sua carenza è collegata nelle donne con ovaio policistico all’insorgenza dell’insulino-resistenza, mentre la sua assunzione aiuta il ritorno dell’ovulazione, del ciclo mestruale e della possibilità di avere figli. L’approfondita ricerca di Unfer documenta gli effetti benefici del myo-inositolo sulla funzione ovarica e sui parametri metabolici.

Presentazioni del libro
18/03/2016
Presentazione del romanzo “Il soffio della speranza” di Cinzia Baldini, presso il Caffè letterario dell’Università La Sapienza di Roma, P.zza Borghese n°9 (Ingresso facoltà di architettura) Roma (RM). L’inizio dell’evento è previsto per le ore 18:00.