"Il respiro del drago" di Michael Connelly

Ancora lui. Ancora Michael Connelly. E ancora Harry Bosch. Nel caso più urgente, feroce, intimo e pericoloso della sua vita: Il respiro del drago, «la più lacerante indagine di Bosch», secondo Booklist . Perché qui Bosch non è solo il detective della omicidi dell’Lapd che ben che conosciamo, ma anche e prima di tutto un padre messo a dura prova. È lo stesso Connelly ad avvertirci che «il libro, questa volta, esplora il lato più vulnerabile di Bosch».

In un piccolo negozio di liquori una rapina finisce in omicidio: un caso che Harry si prende a cuore perché la vittima, un commerciante cinese immigrato da anni negli Usa – tale John Li -, era una sua vecchia conoscenza. Le indagini suggeriscono un collegamento con la mafia cinese, ma Bosch ha appena il tempo di fare i primi accertamenti che deve volare oltre il Pacifico. Sul cellulare, infatti, riceve un video scioccante: a Hong Kong qualcuno ha preso in ostaggio sua figlia Madeline, tredici anni, che vive là con la madre. Ora Bosch è solo contro tutti e un pensiero si impone sugli altri: il video è un chiaro avvertimento. Il caso e la scomparsa di sua figlia potrebbero essere connessi…

Pubblicato per il mercato anglosassone nel 2009, 2° posto nella New York Times Bestseller List, Nine Dragons (Little Brown), questo il titolo originale, è la 15° prova di Bosch che «tenace come sempre, è ancora più formidabile nel ruolo di padre protettivo», scrive il Publishers Weekly. Connelly questa volta lo trascina fino a Hong Kong, in una 39 ore di ricerca che è «è puro materiale thriller»: parola di New York Times che non ha dubbi e aggiunge «Diciamo che quando uno scrittore è bravo può fare quello che vuole». Sottinteso, anche portare il suo miglior detective – individuo essenzialmente stanziale che raramente si muove da Los Angeles – fino in Cina come poliziotto e come padre, in una Hong Kong conneliana che è «viva di suoni ed odori, densa di gente e palazzi», come scrive The Globe and Mail. L’ennesimo punto portato a casa dall’accoppiata Connelly-Bosch per il 21° lavoro dello scrittore, «uno schietto thriller d’avventura», secondo The Indipendent, con ottime recensioni anche su: Los Angeles Times, Kirkus Reviews, Time, Bookreporter.

Michael Connelly
Il respiro del drago
Piemme
360 pp, 19,90 euro