75.000 visitatori spalmati su 10 di giorni di fera, a Maastricht, in Olanda, dall'11 di marzo, va in scena l'annuale fiera dedicata al mercato dell'Arte. La più importante del Pianeta

In tempo di crisi l’Arte è sempre più considerata un mercato da tenere in considerazione, magari investendo denaro in beni che possono considerarsi “rifugio”. Però c’è un però, il mercato dell’Arte non è per tutti e di sicuro non è per chi di Arte non se ne intende. La fregatura, per intendersi, è dietro l’angolo e di solito è una fregatura molto costosa. Prima di gettarsi in un investimento che potrebbe rivelarsi rischioso, o non redditizio se non in tempi lunghissimi, è meglio farsi una cultura ed “entrare nel giro”. Per farlo, o anche solo per visitare un evento unico al mondo, ogni anno a marzo c’è un appuntamento imperdibile a Maastricht: il Tefaf (The European Fine Art Fair).
Tefaf Maastricht è universalmente riconosciuta come la Fiera dell’arte più importante al mondo e quest’anno si terrà, dall’11 al 20 marzo, al Meec (Maastricht Exhibition and Congress Centre) di Maastricht, in Olanda.

Il tema della ferita

Tefaf è nota per essere anche luogo in cui fare e scoprire interazioni storiche. Questa mostra vuole presentare le opere di artisti viventi mai esposti prima in Fiera ma che, ciò nonostante, hanno una connessione storico artistica con il resto delle opere che sono esposte. Quello della “ferita” è un tema familiare a tutta la storia dell’arte europea e gioca un parte significativa nella nostra iconografia culturale. Il tema Zeige Deine Wunde / Mostra la tua ferita, riferimento all’omonima installazione del 1974-75 di Joseph Beuys, è usato nella sezione Tefaf Modern per intrecciare legami tra artisti e lavori. Creare uno spazio in cui i collezionisti possano facilmente individuare gli oggetti all’interno del loro campo di interesse e allo stesso tempo dare loro l’opportunità di incontrare il nuovo e l’inatteso. Gli organizzatori naturalmente hanno un occhio di riguardo per i collezionisti, pensando a loro, alcune sezioni del percorso espositivo di Tefaf 2016, sono state modificate per migliorare l’accessibilità. La nuova configurazione rientra in un progetto complessivo di modifiche pensate per creare il miglior ambiente possibile per i galleristi che espongono le loro collezioni e per gli appassionati d’arte affinché le possano scoprire. Ma cosa è cambiato dal 2015?

  • Nuovo design per la Hall d’ingresso che offrirà duplice accesso alla Fiera
  • Accesso diretto alla sezione Antique dall’area principale d’ingresso
  • Maggiore spazio e visibilità per l’entrata di Tefaf Paper, incluso un ascensore e scale mobili
  • Una nuova area ristorazione al piano terra vicino all’ingresso di Tefaf Paper
  • Una nuova area ristorazione al piano superiore che sarà in parte incorporata all’interno di Tefaf Paper

La mostra di prestiti

Come per gli anni precedenti, la mostra di prestiti che sarà allestita nella sezione Tefaf Paper offrirà una occasione unica ai visitatori per ammirare una selezione esclusiva di stampe e disegni provenienti da un museo che possiede una tra le maggiori collezioni del settore. La mostra di quest’anno si intitola Collecting Collectors ed espone stampe e disegni del Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam che prende il nome da due grandi collezionisti – Frans Boijmans (1767- 1847) e Daniel George van Beuningen (1877-1955). Le opere scelte per la mostra Collecting Collectors includono capolavori che vanno dal Rinascimento al presente, con opere di Bellini, Grünewald, Dürer, Fra Bartolommeo, Tintoretto, Rubens, Rembrandt integrate da opere di moderno e contemporaneo di artisti come Degas, Cézanne, Dalí, Magritte, Fontana e Kusama. Nel gestire la propria Fondazione Il Museo Boijmans van Beuningen ha sempre preso a cuore il rapporto con i collezionisti. Il suo famoso dipartimento delle stampe e dei disegni ne è la testimonianza più duratura: ha infatti acquisito negli anni un numero di importanti collezioni private dai maggiori collezionisti olandesi.

Il bilancio del mercato dell’Arte

L’Art Symposium di Tefaf che si terrà venerdì 11 marzo servirà da piattaforma per la presentazione dell’annuale Art Market Report di Tefaf. Il report annuale serve a fare il punto della situazione del mercato globale dell’arte. Se ne occupa l’economista Clare McAndrew. Lo studio quest’anno include una sintesi dei flussi d’arte transnazionali di tutto il mondo e si focalizza sui centri chiave dell’Europa, Stati Uniti e Cina nel 2014/15, esaminando ogni singola modifica della normativa e altri dati che hanno influito sul mercato. Quest’anno verranno invitati alcuni specialisti del settore per approfondire i temi affrontati nell’Art Market Report di Tefaf. Tra i temi che verranno affrontati: il mercato “polarizzato”, le performance di alcuni settori cruciali del mercato degli ultimi 10 anni, la relativa importanza di vari canali di vendita per la comunità dei mercanti e l’impatto economico del commercio dell’arte.
Insomma, se veramente vedete nel vostro futuro una vasta collezione di opere d’arte da tramandare ai postero o, perché no, da far fruttare. Be’, vi conviene prenotare un bel biglietto per Maastricht.

Info
Tefaf 2016
11 – 20 March 2016 Daily (dalle 11 alle 19, domenica 20 dalle 11 alle 18)
Maastricht Exhibition & Congress Centre (MECC) Forum 100 6229 GV Maastricht, Netherlands
Telefono: +31 (0)43 38 38 383