Il Futurismo ha eredi? Comincia, con questa domanda l’ultima parte dello speciale “100 anni di Futurismo”, curato dalla redazione di mostreinmostra.it e medeaonline.net, che ci ha accompagnato nel corso del 2009, in corrispondenza del centesimo anniversario del movimento d’avanguardia italiano.
Recensioni di mostre, approfondimenti critici, manifesti, dipinti, poesie, hanno fatto rivivere sul web il movimento più dirompente dell’arte del ventesimo secolo. Lo speciale ha presentato il Futurismo attraverso l’occhio virtuale di internet, sottolineando l’apporto della rete alla lettura di questo fenomeno culturale.

Arriva ora il momento di riflettere sull’eredità del Futurismo. Esistono forse eredi? Esiste un’eredità futurista? Il Futurismo è terminato con la seconda guerra mondiale, è terminato prima o dopo? Non è mai terminato?
Con questa ultima parte di “100 anni di Futurismo!” che ci accompagnerà fino alla fine di Dicembre, medeaonline e mostreinmostra cercheranno di fornire delle risposte, porranno nuovi interrogativi, analizzeranno insieme cosa resta del futurismo nell’arte e nella vita di ieri e di oggi.

Per farlo, chiederemo a voi, utenti di internet appassionati di storia dell’arte, di dire la vostra opinione a riguardo. Scrivete a redazione@medeaonline.net e lasciate un pensiero, un’idea, un’articolo sul futurismo e sulla sua eredità. Medeaonline e Mostreinmostra saranno lieti di discutere d’arte futurista con voi!