Il nuovo atteso film di Quentin Tarantino, Inglorious Basterds, mix di azione, guerra e pulp, con Brad Pitt e Samuel L. Jackson, dovrebbe debuttare in concorso al prossimo Festival di Cannes. A rivelarlo e’ Enzo G. Castellari, regista di Quel maledetto treno blindato (1977), a cui Tarantino rende omaggio con la sua pellicola. ”Quantin, salutandomi mi ha detto ‘ci vediamo a Cannes’ – spiega Castellari, che e’ appena tornato da Berlino, dove sta terminando la lavorazione, negli Studi Babelsberg -. Lui vuole far debuttare il suo film sulla Croisette in concorso. E’ un festival a cui e’ molto affezionato”. La pellicola, costata circa 100 milioni di dollari, ”non e’ un remake del mio film, ma al massimo un omaggio. Ce ne sono alcuni elementi – precisa Castellari, classe 1938 – ma Quentin li rielabora tarantineggiando alla grande. Per me e’ un regalo straordinario, anche perche’ arriva in questo momento della mia vita”, dice il cineasta. E in effetti nel trailer ufficiale del film, sul web da qualche giorno, tra urla e fiotti di sangue c’e’ gia’ tutta la ferocia della guerra declinata alla Tarantino. La trama ha per protagonisti un gruppo di otto soldati ebrei, i Basterds, comandati dal tenente Aldo Raine (Brad Pitt), che svolge azioni di guerriglia in territorio nemico, uccidendo e togliendo lo scalpo a quanti piu’ nazisti possibile (almeno cento a testa). Il gruppo prende parte all’operazione Kino, che prevede l’infiltrazione nella Francia occupata, per porre una bomba in un cinema parigino dove i nazisti terranno la premiere di un nuovo film di propaganda alla presenza di Hitler e Goebbels. Nel cast, con Pitt, fra gli altri ci sono: Samuel L. Jackson, Melanie Laurent, Diane Kruger, Eli Roth, Mike Myers, Christoph Waltz, e Samm Levine. ”Brad e’ una persona straordinaria – dice Castellari – molto paziente e gentile. E’ restato in piedi per ore nella scena insieme, senza mai lamentarsi. Sul set l’atmosfera era fantastica. Il momento piu’ emozionante per me e’ stato quando alla fine delle riprese, Quentin ha chiesto a tutta la troupe di applaudirmi, dicendo che ero il suo maestro”. Castellari, nella pellicola di Tarantino ha anche una piccola parte. ”Quentin mi ha chiesto di interpretare lo stesso cameo che avevo recitato in Quel maledetto treno blindato, un generale tedesco che urla ‘Fuoco’ – spiega -. Il mio personaggio appare nel finale apocalittico della storia, che si svolge in un grande teatro, dove viene proiettato un film di guerra”. Tarantino ”aveva anche pensato di farmi interpretare nel film Mussolini, ma e’ troppo connotato come personaggio, mi sono divertito piu’ cosi”’. Per questa scena, il regista di Pulp Fiction ha girato ad hoc anche le sequenze del film di guerra sullo schermo: ”Quantin ne ha voluto come protagonista Bo Svenson, che era anche interprete di Quel maledetto treno blindato”. E un omaggio a Castellari c’e’ anche nello stesso titolo, che ammicca a quello scelto dal cineasta italiano (Inglorious Bastards) per la distribuzione americana di Quel maledetto treno blindato. Castellari, intanto non ferma la sua attivita’ di regista: ”Sto per partire per il Venezuela dove girero’ una sorta di Arancia meccanica, con protagonista una banda che assalta gli yacht di lusso. Poi realizzero’ un western, in cui Tarantino fara’ un cameo”.

[fonte: Ansa]