“Da due anni a questa parte fare concerti in Italia è un’impresa sempre più complessa. Cancellazioni dell’ultimo minuto, continue riduzioni di budget nei festivals e ritardi infiniti nei pagamenti sono all’ordine del giorno in nome di una crisi che, colpisce tutti, ma che solo in Italia colpisce così duramente il mondo dello spettacolo. L’ironia dell’abito e la dignità dei volti sono una silenziosa protesta che cerca di rispondere con l’arte a chi cerca di soffocare la nostra arte.”

Così Nicola Dal Maso dello studio ribaltaluce si esprime a proposito della condizione del mondo della musica e della cultura in Italia oggi. Da questo disagio reale nasce la protesta fotografica Grazie Ministro, ci hai lasciato in mutande”, un titolo che ricorda, quasi senza farlo apposta, l’infelice metafora utilizzata da Giuliano Ferrara per descrivere la situazione culturale e morale del Bel Paese.

Fonte: ribaltalucestudio.it/mim