Giorgio Napolitano succede a se stesso ed è il dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana. Sebbene il rispetto verso la sua figura e il suo operato sia grande e al di sopra di ogni dubbio, non resta che denunciare l’incapacità di scegliere e di rinnovarsi della politica italiana.

 

  • Il discorso di insediamento: