Si sono concluse le fasi di selezione del concorso regionale Komikazen – fumetto di realtà, l’unica selezione che premia il vincitore con la realizzazione di un libro. La commissione, formata da Gianluca Costantini (Associazione Mirada – disegnatore), Edo Chieregato (Associazione Hamelin – Bologna), Michele Ginevra (Centro Fumetto Andrea Pazienza – Cremona) e Daniele Brolli (Comma 22 edizioni – Bologna), ha individuato in Pietro Scarnera l’autore che sarà chiamato nell’anno prossimo a realizzare il progetto di fumetto presentato per i tipi di Comma 22.

Le mostre di Komikazen proseguono fino all’8 novembre 2009

Pietro Scarnera
, classe 1979, nato torinese ma di adozione bolognese, è stato selezionato per la sintesi del tratto grafico e la compiutezza e intensità del soggetto ideato. Si tratta di una storia, direttamente vissuta dall’autore, che tratta un tema delicato e per il quale la scelta del disegno è apparsa l’unica via percorribile. Difatti lo script del giovane autore narra l’esperienza della clinica, in cui era ricoverato il padre in coma vegetativo per cinque anni. Come ha scritto Scarnera nella scheda di presentazione del progetto “Per noi familiari non è facile rendere pubblica la sofferenza di una persona cara… Per questo non esistono fotografie di queste persone, ma forse il disegno può funzionare. Cerco di non raffigurare nessuno in particolare, di essere il più semplice possibile, ma vorrei rendere le espressioni che ho visto sui volti delle persone incontrate in questi anni”.

Alta è stata anche quest’anno la qualità dei partecipanti, motivo per cui la commissione ha scelto di dare tre menzioni speciali: Federico Mariani (Carpi, 1974), Andrea Zoli (Faenza, 1984) e Silvia Callea (Castelmaggiore, 1974)/ Sonia Zucchini (Bologna, 1974). Si tratta di autori maturi, particolarmente apprezzati dalla giuria per il segno e/o la narrazione. Oltre ad essere esposti in mostra nel contesto di Komikazen presso lo Spazio Politiche Giovanili, insieme ad un mostro sacro del fumetto come lo sceneggiatore Carlos Trillo, i menzionati sono invitati a presentare ulteriori progetti all’editore. Ci sono poi un altro gruppo di disegnatori selezionati per la mostra con interessanti qualità grafiche o narrative:

  • Cristina Portolano (Bologna, 1988)
  • Fabio Tonni (Bologna, 1983)
  • Laura Soriani (S.Martino Spino MO, 1986)
  • Davide Quercioli (Modigliana FC – 1982)
  • Francesco De Stena (Bologna, 1988)
  • Silvia Ballardini (Ravenna, 1991)

A questi si aggiunge la giovanissima Fatima Yasin (11 anni) di Bologna alla quale va un particolare invito a continuare nella palestra del disegno in quanto gli ingredienti sembrano essere quelli giusti. Le tavole degli autori selezionati saranno esposte dunque fino al 2 novembre nello Spazio Politiche Giovanili di via d’Azeglio 2.

Il concorso Komikazen si svolge nell’ambito delle attività del GAER Giovani artisti dell’Emilia Romagna, circuito istituzionale di enti locali per la promozione della creatività giovanile aderente al GAI.

Fonte: pepitapromoters.com