Doris LessingIl premio Nobel per la letteratura 2007 è stato assegnato alla scrittrice Doris Lessing. La motivazione ufficiale afferma che il premio è stato assegnato alla scrittrice, poiché «cantrice delll’esperienza femminile, con scetticismo, passione e potere visionario ha messo sotto esame una civiltà divisa». Il premio di dieci milioni di corone svedesi (1,54 milioni di dollari) è stato assegnato dai quindici saggi dell’Accademia Svedese, che ne ha dato notizia attraverso il suo segretario, Horace Hengdal.
Nata a Kermanshah il 22 ottobre del 1919, quando l’Iran ancora si chiamava Persia, la futura scrittrice trascorse una faticosa e infelice infanzia, che tuttavia non le mancò di far trasparire nelle sue opere una compassione sia nei confronti dei coloni britannici (tale era la sua famiglia), sia nei confronti degli indigeni. Autodidatta dall’età di quindici anni, nel 1949 pubblica a Londra il suo primo libro, L’erba canta. Altro lavoro interessante è Il taccuino d’oro, considerato un classico della letteratura femminista, e che la fece evidenziare fra i possibili vincitori di un Nobel, ma la sua successiva “svolta fantascientifica” allontanò il premio. Doris Lessing non ha mai smesso di lavorare sino al presente: l’ultimo libro risale infatti a tre anni fa, quando la scrittrice aveva 85 anni.
L’artista è considerata un’icona del femminismo anni Settanta, ma la Lessing non ha mai accettato questa etichetta. (Wikinews)