Negli anni 90 due compagnie giapponesi si contendevano il dominio del mondo dei videogiochi: Nintendo e Sega. Le Console Wars senza quartiere combattute tra queste due aziende sono leggenda, Blake J. Harris si è incaricato di raccontarle

1,2 miliardi di videogiocatori al mondo, un valore stimato attorno ai 70 miliardi di dollari, il 19% della tecnologia diffusa nelle case degli italiani è una console di gioco: sono queste le dimensioni di un fenomeno culturale e commerciale che affonda le sue radici negli ultimi 30 anni di storia. Ma cosa è successo esattamente 27 anni fa? Sega, con la commercializzazione del Genesis, entrava nel mercato delle console a 16 bit e ingaggiava una lotta spietata con Nintendo, una vera e propria lotta tra Davide e Golia. Parliamo di uno scontro che ha segnato il destino di due aziende, ma ha anche influenzato e cambiato la cultura dei videogiochi per sempre. Dopo il tracollo del settore del 1983, le aziende statunitensi produttrici di videogiochi (Atari in primis) si erano ritirate in buon ordine dal mercato lasciando spazio ai giapponesi. Così, con una politica aggressiva e in molti casi ai limiti del monopolistico, Nintendo era arrivata negli anni 90 a ravvivare il settore e a conquistarne la quota di maggioranza. Strana storia quella di Nintendo, una piccola azienda di Kyoto, nata nel 1889 per produrre carte da gioco, che ha saputo reinventarsi e lanciarsi nell’elettronica per intrattenimento.

evoluzione console Nintendo e Sega

L’evoluzione delle console Nintendo e Sega

All’altro angolo del ring c’era Sega, un’azienda fondata nel 51 da un americano (David Rosen) emigrato in Giappone. L’azienda nel tempo ha cambiato varie volte i suoi servizi e il suo nome fino ad arrivare a quello Standard Games contratto, alla maniera giapponese, in Sega. Anche Sega, ingolosita dal successo commerciale dei videogiochi, si era buttata negli anni 70 nella mischia, prima come sviluppatrice di software, poi come produttrice di hardware.

Console Wars di Blake J. Harris racconta passo passo la battaglia tra Sega e Nintendo per il controllo del redditizio mercato americano. Difficile risultate avvincenti raccontando uno scontro fatto di mosse e contromosse di marketing, ma questo volume, frutto della meticolosa raccolta di interviste (più di duecento) durata anni, ci riesce incollando il lettore per 560 pagine.

Info
Blake J. Harris Console Wars Multiplayer Edizioni, 560 pagine, 17,90 euro