“Per seguire virtute e canoscenza”

Noi siamo umanisti e riteniamo di avere il diritto di parlare di tutto quello che riguarda l’uomo. Da qui nasce il motto che dal 2005 accompagna il nostro lavoro: cercare la verità, riconoscere l’ingiustizia, amare l’arte. In fondo è la trasposizione del verso di Dante Alighieri: “Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtute e canoscenza”. La redazione di Medea è formata da persone che scrivono da ogni parte d’Europa perché la dimensione di questo sito non è limitata dai confini nazionali. Ci occupiamo di Europa e di mondo, ma rimaniamo saldamente ancorati all’Italia e alla sua millenaria cultura.

Il secondo Rinascimento, 5 minuti al giorno

La velocità media di lettura è di circa 250 parole al minuto

Chi sono gli autori di Medea? Sono semplici cittadini che hanno professionalità, storie e competenze uniche. Quello che ci lega, autori e commentatori di Medea, è la voglia di vedere tornare la cultura italiana a essere motore di civiltà e valori positivi. Come fare? Con un’azione politica decisa e incisiva. Vogliamo dedicare 5 minuti al giorno al confronto e all’arricchimento personale con un unico scopo: riprenderci il nostro tempo per creare qualcosa di unico e meraviglioso. Perché proprio 5 minuti? È il tempo che vi servirà per leggere uno degli articoli pubblicati da Medea, non un minuto di più.
5 minuti della vostra vita usati con intelligenza, minuti che non sprecherete. Ve lo garantiamo. Metteteci alla prova, vi basteranno 5 minuti per sbugiardarci o per scoprire un momento della vostra giornata su Internet che sarà prezioso e solo vostro.

Vogliamo creare con voi qualcosa di meraviglioso

Il nostro fine è incoraggiare i commentatori ad accostarsi a un argomento che incarna i diversi aspetti della cultura, che essi siano politici, letterari, filosofici. Il visitatore di Medea troverà spunti e proposte su cui confrontarsi e da approfondire, se ne ha voglia, con testi specifici che suggeriremo o che ci suggerirete. Noi consigliamo libri, approfondimenti, segnaliamo appuntamenti, convegni, mostre, affrontiamo servizi di approfondimento su un argomento che ci sta a cuore. Ma esiste divulgazione e divulgazione. Si può parlare di letteratura, arte e problemi sociali in maniera schierata, viziosa e egocentrica e si può farlo parlando con un approccio didattico, fuori dal coro, libero, appassionato: ecco, noi seguiamo la seconda via.

L’unione fa la forza

Facciamo nostro il modello di Adriano Olivetti per una comunità concreta, in cui intelligenza, creatività e rispetto governano l’organizzazione umana. Per questo gli autori di Medea si organizzano secondo un modello partecipativo, in cui ciascuno esprime il proprio punto di vista nel rispetto di quello degli altri. La linea editoriale condivisa è quella di far parlare lo spirito di Medea che presta il nome a questo sito, la regina umiliata e offesa che cerca un riscatto di fronte alle ingiustizie che ha subito. Un debito, quello nei confronti della civiltà classica, che cerchiamo di colmare ogni giorno. Insieme.

Ecco la redazione (in rigoroso ordine sparso)

andrea cattaneo profilo redazione
ANDREA CATTANEO Co-fondatore di Medea si interessa di scrittura, letteratura, comunicazione, politica, delle cose che esistono, di quelle che non esistono, di quelle che esisteranno e di quelle che non esisteranno mai. Tra le altre cose, è responsabile del design grafico di Medea.
paolo magri profilo
PAOLO MAGRI Dopo aver peregrinato per la facoltà di lettere e filosofia in quel di Pavia, si laurea in architettura al Politecnico di Milano con una tesi sulla forma urbana e le identità dei luoghi. Nel 2005 fonda, insieme ad Andrea Cattaneo, Medea. Dal 2006 scrive di arte sulla rivista nazionale “ARTEiN”. Vive e lavora a Parigi, città che ama e a cui lo lega lo spirito eterno delle avanguardie artistiche che si aggira ancora nei suoi vicoli.

valentina coluccia profilo

VALENTINA COLUCCIA
È nata e vive a Udine. È laureata in lettere moderne e lavora come giornalista e critica d’arte free lance e come insegnante di lettere. Vincitrice di numerosi premi letterari è socia del P.E.N. club italiano (Poets, Essayst, Novelist). Il libro “Voce Nuda” è una delle sue ultime pubblicazioni.

marco di mico profilo

MARCO DI MICO
Romano, sposato, padre di due figli. Laurea in Lettere, indirizzo storico-economico. Ha curato per UTET la pubblicazione di “Il sistema aureo e il fondo di conguaglio dei cambi” di Cabiati, “Quota 90, la rivalutazione della lira: 1926-1928” di de’ Stefani, “Il mercato monetario internazionale” di Supino. È stato cultore di Economia Politica all’Università Roma III. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo romanzo: “La vicenda di un lavoratore bastardo” (Medea edizioni). Lavora come sistemista in un’azienda informatica.

lorenzo calanchini profilo

LORENZO CALANCHINI
Bolognese, classe 1983, laureato in Ingegneria Edile/Architettura. Nel 2008 fonda il suo studio professionale Kòsmos Group, si occupa di architettura e delle prestazioni connesse al processo edilizio. È autore di racconti, romanzi e poesie. Ha pubblicato con Delos Books e, nel 2013, il suo romanzo fantasy “Il Viaggio di Alyehl” con Linee Infinite Edizioni. Sposato e padre di due bambini, vive in provincia di Modena.

stefano mancini profilo

STEFANO MANCINI
Nasce a Roma, nel 1980, dove vive tuttora. Si laurea nel 2004 in Scienze della Comunicazione e poco dopo comincia a lavorare come giornalista. Attualmente è redattore presso un’importante agenzia di stampa a carattere nazionale e collabora con siti e blog di vario genere. Appassionato di scrittura fin dalla più tenera età, è autore di quattro romanzi editi.

matteo veronesi profilo

MATTEO VERONESI
Nato nel 1975, dottore di ricerca in Italianistica, ha disperso saggi, recensioni e interventi in riviste, miscellanee, atti di convegni. Ha inoltre pubblicato le monografie “Il critico come artista dall’estetismo agli ermetici” (Bologna 2006) e “Pirandello” (Napoli 2007). Ha tradotto Seneca, Persio, Jammes, il D’Annunzio francese. Suoi versi sono stati inclusi nell’antologia “Il miele del silenzio” (Novara 2009) e raccolti nei libri “Il cordone d’argento”  e “Sei sestine su nulla”.

rossella zucaro profilo

ROSSELLA ZUCARO
Nasce a Corato nel 1974, laureate in Lingue e Letterature Straniere, all’Università di Bari. È insegnante di lingue straniere e italiano a stranieri. Scrive poesie e racconti brevi, nel 2011 ha pubblicato il suo primo libro di poesie intitolato “Nakşhîdil –Lingua Ricamata” (Linee Infinite Edizioni). Ha curato, come operatrice sociale, laboratori ludico-didattici per bambini stranieri residenti in Italia. Da quasi un anno e mezzo vive ad Istanbul, dove insegna e tiene per la rivista “La gazzetta di Istanbul” la rubrica “Nel cuore delle donne”.

fabrizio valenza profilo redazione

FABRIZIO VALENZA
Nato a Verona nel 1972, laureato in Filosofia e in Scienze Religiose, esordisce nella letteratura fantasy con la saga Storia di Geshwa Olers a partire dal 2007. Avendo sempre sostenuto che i generi non costituiscono un limite ma l’opportunità per raccontare storie di vita vissuta, si è poi dedicato al romance e, soprattutto, all’horror con i titoli Commento d’autore e Codice infranto, oltre la serie Le sette case. È stato Direttore Editoriale della rivista online Fantasy Planet.

mattia pancerasa profiloMATTIA PANCERASA
Laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, è attualmente dottorando presso il dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, con un progetto sugli impatti del riscaldamento globale sulla migrazione delle popolazioni naturali. È inoltre capo scout e arbitro di calcio.

Disclaimer

Medea è un sito senza alcuno scopo di lucro, è realizzato esclusivamente per passione. I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001). I contenuti di questo sito sono di proprietà dei rispettivi autori e, salvo indicazioni diverse, sono distribuiti con licenza Creative Commons “Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported”. Gli utenti sono liberi di: riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest’opera. Alle seguenti condizioni:

  • attribuire la paternità dell’opera nei modi indicati dall’autore o da chi ha dato l’opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino chi li riutilizza o il modo in cui egli riutilizzi l’opera,
  • i contenuti di questo sito non possono essere usati per fini commerciali, non è concesso alterare o trasformare quest’opera, né usarla per crearne un’altra.
  • se si altera o trasforma quest’opera, o se la si usa per crearne un’altra, l’opera risultante può essere distribuita solo con una licenza identica o equivalente a questa.

Ogni volta che si usa o distribuisce quest’opera, è obbligatorio farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza. Ogni eventuale eccezione va concordata con la Redazione di Medea. Questa licenza lascia impregiudicati i diritti morali.

Tutti i filmati, le immagini e i testi coperti da diritto d’autore pubblicati su Medea sono di proprietà dei rispettivi titolari e vengono riprodotti con finalità esclusivamente illustrative, informative e didattiche, senza alcuno scopo di lucro in conformità all’art. 70, comma 1 bis della Legge sul diritto d’autore.

Qui rispettiamo (e facciamo rispettare) la Netiquette

Medea intende favorire il confronto tra idee e opinioni e invita i proprio lettori a intervenire commentando le notizie che pubblichiamo. I commenti su questo sito non sono mai moderati dall’autore dell’articolo commentato e sono a giudizio insindacabile del moderatore rifiutati quando contengono contenuti offensivi, razzisti, volgari o violenti. Non tolleriamo la diffamazione, l’insulto, la denigrazione e l’offesa. Le norme della civile convivenza e dell’educazione devono essere rispettate dai commentatori pena la censura dei loro commenti. Commentando con buonsenso ed educazione chiunque su Medea è libero di dire la sua opinione su tutto. Chi rinuncia alla possibilità di confrontarsi civilmente, non merita attenzione e spazio e quindi su Medea non lo troverà.

La Netiquette è il Galateo di Internet, l’educazione prima di tutto!

Norme sulla privacy

Medea raccoglie, al momento dell’iscrizione al blog, dati personali, tutti questi dati non verranno mai ceduti e/o comunicati a terzi per qualsiasi ragione. La redazione di Medea si rende disponibile a cancellare, su richiesta dell’utente interessato, la sua iscrizione al blog. Gli annunci pubblicitari pubblicati sul sito sono forniti dal sistema AdSense di Google. Google, in qualità di fornitore indipendente, utilizza i cookie per pubblicare gli annunci su Medea. In particolare utilizza il cookie DART che consente a Google di pubblicare annunci per gli utenti di Medea in base alla loro visita a Medea e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART disattivandolo nella pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.

Pubblicità occulta

Non verranno tollerati falsi commenti postati per pubblicizzare prodotti e/o servizi commerciali. Gli unici spazi pubblicitari autorizzati da Medea e presenti sul sito sono quelli gestiti (e chiaramente distinguibili dai contenuti editoriali) da Google attraverso il servizio AdSense.

Informazioni tecniche

Medea è stato realizzato con WordPress ed è totalmente compatibile con i seguenti browser: Mozilla Firefox (e derivati), Apple Safari, Opera e Google Chrome. Sono state rilevate diverse incompatibilità con Internet Explorer (versioni: 5, 5.5, 6 e 8), per una corretta visualizzazione del sito consigliamo di aggiornare il browser all’ultima versione disponibile o di utilizzare la funzionalità Visualizza Compatibilità di Internet Explorer. Per tutti gli altri browser al momento non esistono segnalazioni di incompatibilità. Per una corretta e completa fruizione del magazine consigliamo caldamente l’utilizzo di uno dei browser sopra elencati (tutti disponibili gratuitamente sui relativi siti).

Questo sito è carbon free!

Medea aderisce all’iniziativa Il mio blog è CO2 neutral promossa da DoveConviene.it in collaborazione con iplantatree.org. DoveConviene.it fa una cosa molto utile, si occupa della conversione in digitale della pubblicità delle principali catene commerciali di elettronica, sport e ipermercati, vuole scoraggiare l’abuso di carta per fini pubblicitari. Ci pare un’ottima idea! Aderendo a questa iniziativa abbiamo fatto piantare un albero per compensare la produzione di anidride carbonica causata dai server che ospitano Medea. In media un sito internet produce 3,6 kg di anidride carbonica, un albero invece è in grado di assorbirne ben 5 kg annui. Invitiamo i nostri lettori che hanno un blog o un sito internet a fare altrettanto (visitate il sito dell’iniziativa per maggiori informazioni), la partecipazione è gratuita.