L’architettura sostenibile non interessa a nessuno? Al Global Award for Susteinable Architecture pensano di no e infatti, ogni anno a partire dal 2006, premiano cinque architetti che si sono distinti attraverso progetti innovativi nel campo dell’energia, dei materiali e della tecnologia. Per sperare di poter gareggiare per il podio gli architetti devono riuscire a proporre progetti (di ediliza pubblica e privata) che garantiscano qualità e rispetto dell’ambiente. Il fondatore del premio (promosso da Locus Fund, sostenuto dalla fondazione Gdf-Suez e patrocinato dall’Unesco), l’architetto Jana Revedin, ha selezionato una giuria composta da un comitato scientifico europeo delle università e dei centri di architettura, assistito da critici e specialisti di tutto il mondo. La commissione ha anche il compito di testare sul campo il lavoro dei 5 vincitori, per produrre il film documentario Sustainable Architecture: A portrait of the five Global Award winners. Architetti italiani, siete pronti a raccogliere la sfida?